A Firenze è tempo di Restart Party

Restart Party

Hai un oggetto elettrico rotto e vuoi imparare ad aggiustarlo? Il tuo pc o il tuo cellulare danno i numeri? Il gruppo Restarter Firenze ti permette di metterti in gioco e imparare ad aggiustare da solo le tue cose!

I restarter sono un gruppo di volontari, pratici di elettronica, informatica e soprattutto con una buona dose di manualità, che mettono a disposizione le proprie competenze e attrezzature per aiutarti a capire come funziona ciò che hai fra le mani e imparare a ripararlo da solo.
L’occasione è quella dei Restart Party, incontri gratuiti e aperti a tutti dove è possibile recarsi con i propri oggetti rotti.

Come nasce Restart Party

Restart Party nasce in UK grazie a Ugo Vallauri, ricercatore italiano alla University of London, che nel 2012 fonda il Restart Project. Nel marzo 2014 approda a Firenze grazie all’iniziativa di un gruppo di persone intenzionate a portare anche nella nostra città l’idea di Valluari.

Al di là di insegnare alle persone a ripararsi da soli gli oggetti, il significato dell’iniziativa è infatti principalmente quello di contrastare il consumismo, dirompente nei nostri tempi, cercando di far capire che un oggetto rotto non è necessariamente un rifiuto, ma può essere riparato e riportato a una “seconda vita”.

restart party, toc toc

Come conseguenza anche della crisi economica, il concetto di riuso è diventato ancora più importante, andando  a farsi strada in mezzo alla cultura dell’usa e getta, con la speranza che piano piano torni ad essere il“life-motive” delle persone, non solo in merito al rapporto con gli oggetti.

E’ importante sottolineare che questa iniziativa non entra in concorrenza con chi le riparazioni le fa di professione ma, al contrario, stimola la cognizione che gli oggetti si possono riparare, offrendo tutto sommato un’opportunità anche a quegli artigiani che fanno sicuramente fatica a combattere quotidianamente il consumismo.

Listener 2Ecco gli eventi di Restart Party

Dalla nascita del Restart Party Firenze sono stati organizzati circa una decina di eventi più o meno a cadenza mensile, che hanno visto crescere di volta in volta sia il numero di partecipanti che quello di restarters, segno evidente di una certa sensibilità verso questo tema.

Tutti gli eventi sono anche ottime occasioni di socializzazione; organizzati nel fine settimana, per permettere un’affluenza più numerosa di persone, sono ospitati in spazi aperti a tutti, messi a disposizione da privati o da enti comunali. Durante questi incontri viene offerto anche un piccolo rinfresco, autofinanziato dal gruppo Restarter il quale, ed è importante dirlo, è assolutamente indipendente e senza fine di lucro e si mantiene con le offerte di chi partecipa ai Restart Party.
Il Resart Party è presente anche in altre città italiane, come Torino e Milano, e si spera che si diffonda sempre più anche in Italia.

Credit: Eleonora Cagnani

Tags
Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE