Becycle: andare in bici a Firenze preparati!

bici a firenze, becycle, toc toc firenze

Bici a Firenze: più lenta di un auto, più veloce del camminare, la bicicletta è un mezzo che rispetta l’ambiente.

Inoltre offre un punto di vista privilegiato sulla città ma non sono solo rose e fiori per chi sceglie le due ruote.

Le piste ciclabili

Sono circa 85 i km che formano la rete ciclabile di Firenze per la gioia di tutti gli appassionati del muoversi pedalando; piste che si estendono dal centro con un bel tragitto che costeggia tutta Piazza Beccaria fino alle Cascine e addirittura al Nuovo Pignone.
Meno inquinante dell’auto o della moto e sicuramente più salutare del solo star seduti su di un sedile, andare in bici è dunque un’attività che può unire l’utile al dilettevole.

bici a firenze, becycle, toc toc firenze

Via alle ristrutturazioni

Il ben noto Viale Morgagni viene percorso ogni giorno da un’ infinità di studenti e da coloro che vogliono raggiungere l’ospedale.
Per questo avrebbe bisogno di maggiori opere di manutenzione così da poter essere più sicuro per i ciclisti. Si potrebbe, inoltre, dotarlo di un sistema di semafori, presente nell’area di Scandicci e nelle maggiori città d’Europa a partire da Amsterdam, famosa per la sua estesa rete ciclabile.

Quanti Furti

Firenze risulta, da un recente sondaggio, tra le prime città d’Europa dove si verificano furti di biciclette.
Uno dei metodi più usati per prevenirli è chiudere il proprio mezzo non con una sola, ma con ben tre catene agganciate nei diversi punti del telaio.
Ma il modo migliore sarebbe seguire l’esempio di città come Milano o Bologna: qui il comune ha messo a disposizione biciclette elettriche con appositi spazi di parcheggio, dislocati lungo il centro, dove grazie ad una chiave o a tessere magnetiche personali, si può chiudere in totale sicurezza la bicicletta.
Questa è una delle iniziative che i ciclisti fiorentini apprezzerebbero di più.

Tanti inconvenienti

I parcheggi e i furti non sono i soli problemi da affrontare in una vita da ciclisti: girando per il centro ci imbattiamo in auto parcheggiate sulle piste ciclabili che bloccano il traffico, nei rami, nella spazzatura e peggio ancora nelle buche che aumentano le probabilità di cadere, specialmente di notte. Per non parlare di gruppi di persone che non sanno cosa significano le parole: “marciapiede” o ” area riservata ai ciclisti”.
Ma il bello arriva dopo le giornate di pioggia, quando le piste in leggera pendenza si allagano, costringendoti a fare un tuffo nel fantastico mondo di Nemo e a cambiare così dalle 10 alle 15 paia di scarpe a settimana!

bici a firenze, becycle, toc toc firenze

Il Bello del cicloturismo

Usare la bici a Firenze non è solo questo, è anche la possibilità di girare tra grandi opere d’arte e monumenti architettonici, una sensazione unica soprattutto se pensi che migliaia di persone arrivano ogni giorno da tutte le parti del mondo solo per poterle ammirare, e tu invece ci parcheggi a fianco per andare al supermercato.
Ricordati dunque, mentre saltelli sui gradoni del centro in sella alla tua bici, che stai girovagando tra pezzi artistici di tale spessore.
Un altro consiglio che ti diamo è di passare in primavera ed estate sui Viali del Lungarno per apprezzare Ponte Vecchio fino ad arrivare al Parco delle Cascine dove potresti finalmente sdraiarti un po’ sugli argini del fiume e goderti la vista mozzafiato.

 

Questo articolo è stato realizzato dagli allievi dell’Accademia della Pubblicità: Carlotta Balestrieri, Fabiola Costagli, Andrea David, Alessio Sabatini e Giulia Susini.

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE