Beleinenses – Fiorentina: welcome back Giuseppe, a Lisbona finisce 0-4

Beleinenses - Fiorentina, Toc Toc Firenze

Beleinenses – Fiorentina: Ragazzi, diciamoci la verità, non poteva andare meglio di così. 4-0 in quel di Lisbona, archiviata la pratica Belenenses e primi tre punti nel girone, ma la notizia più bella, la più attesa, è solo una: Giuseppe Rossi è tornato a segnare. Era già nell’aria, quando poco prima Kuba aveva messo in mezzo quel pallone perfetto, deviato dallo sfortunato Tonel nella propria porta, ed è diventato realtà, quando il buon Badelj lo ha lanciato in porta come a dire vai, e rinasci per noi e per i tifosi. L’ha chiusa lui, il fenomeno, dopo i gol di Bernardeschi e Babacar (sempre presente quando viene chiamato in causa Sousa). Continua così la marcia, se vogliamo, trionfale della Fiorentina verso la gara con l’Atalanta. Niente di esaltante i portoghesi del Beleinenses, ma era fondamentale per i viola dare una certa continuità di risultati dopo la grande vittoria di San Siro contro l’Inter. Firenze, ed i fiorentini, hanno bisogno di risposte concrete da una squadra che, fino ad ora, grosse certezze, sul piano dei risultati, non le ha mai date. In questo inzio di stagione invece si notano dei miglioramenti. I risultati ci sono, la squadra gioca peggio, ma è più concreta. E alla fine, ciò che importa veramente, è portare a casa punti, e in questo, Sousa, sta facendo vedere di essere un maestro. Archiviata quindi la pratica Portogallo, testa adesso a Domenica, perché al Franchi arrivano gli uomini di Reja più agguerriti che mai. Gasati dalla vittoria di scorsa settimana con la Sampdoria, l’Atalanta ci tiene a far bella figura anche a Firenze e non sarà un cliente facile. I tifosi sognano, perché è lecito sognare, un primo posto che, visto lo scarso rendimento della big italiane, non sembra ad oggi così insperato da mantenere. Tornerà Kalinic al centro dell’attacco con Badelj in mezzo al campo e Valero costruttore di gioco. In difesa spazio a Gonzalo con Roncaglia che scalpita per una maglia da titolare. Dopo di che ci sarà la sosta per le nazionali e sarà allora che Sousa potrà tirare un po’ le prime somme e concentrarsi meglio su come affrontare questa seconda parte d’inizio campionato fino alla prossima sosta. Per adesso la situazione è sotto gli occhi di tutti: la Fiorentina c’è, è li, ed ha le carte in regola per potersi giocare le sue chance d’ingresso nell’Europa dei grandi. L’incognita è solo una: Giuseppe Rossi. L’italo-americano reciterà un ruolo fondamentale per le sorti del campionato dei gigliati. Attualmente il giocatore è al 40%, non di più, del suo potenziale. Se anche solo arrivasse a toccare il 70/75% nessuno di noi potrebbe porre un limite a questa squadra. Tutti quanti abbiamo negli occhi quei sei mesi di splendore targati Pepito di due anni fa, e sappiamo benissimo di cosa è capace quel marziano. L’incognita sta nel capire quando il giocatore sarà in grado di dare quell’apporto alla squadra. Vedremo, intanto godiamocelo felice e spensierato dopo aver ritrovato quel gol, che per tutti noi, ma non solo, non vuol dire altro che una cosa: speranza. Bentornato Giuseppe!

 

Credits: ACF FIORENTINA FANPAGE”>forzaviolasempre

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE