Calciatori Fiorentini: dal passato al presente!

Calciatori fiorentini, Toc Toc Firenze

I Calciatori fiorentini storicamente appartenevano a squadre di club sempre molto forti e difficili da battere in campo Europeo.
In passato poi si dava molto più spazio alle giovani leve che provenivano dal vivaio, favorendo così la crescita delle promesse Italiane per poi arricchire la rosa con eventuali calciatori stranieri ormai maturi.
Di conseguenza ogni città aveva, ed ha tutt’ora, i propri buoni giocatori sparsi per la Nazione.

Chi sono oggi i calciatori fiorentini?

Calciatori fiorentini, Toc Toc Firenze

Attualmente sono quattro i principali calciatori Fiorentini che militano ancora in Serie A:
Il più conosciuto a livello Mondiale è senza dubbio Andrea Barzagli, nato a Fiesole nel Maggio del 1981.
Cresciuto nella Cattolica Virtus e nella Rondinella e dal 2000 al 2004 ha cambiato 3 squadre (Pistoiese, Ascoli e Chievo) iniziando così ad approcciarsi al calcio professionistico.
Il salto di qualità lo ottiene però al Palermo, dove all’età di 23 anni viene messo titolare al centro della difesa.
Nella sua permanenza in rosa nero ottiene una storica qualificazione in Coppa Uefa e vince, con la maglia azzurra, il Mondiale del 2006.
Nell’estate 2008 ha l’opportunità di venire a Firenze, ma a causa di un’offerta irrinunciabile decide di trasferirsi in Bundesliga vestendo la maglia del Wolsburg dove vince un’incredibile Campionato.
Dopo tre stagioni passa alla Juventus (suo attuale club) vincendo da protagonista tre Scudetti e due Supercoppe Italiane.
Attualmente è considerato come uno dei centrali più forti che ci siano in Europa.

Concerti a Firenze, Toc Toc Firenze

Il secondo in ordine di fama è il portiere e grandissimo tifoso viola Emiliano Viviano, nato anche lui a Fiesole nel 1985.
Dopo aver cominciato nel DLF e nel Firenze Ovest, è cresciuto nel vivaio Fiorentina, venendo poi acquistato dal Brescia.
A partire dal 2004 inizia a fare esperienza in diverse squadre di Serie A, tra cui Cesena, Bologna e Palermo.
Nel 2012 si realizza quello che era il suo sogno fin da bambino (comune, in fondo, agli altri calciatori fiorentini), ovvero difendere la porta della Fiorentina.
Purtroppo però non è andato tutto per il verso giusto e dopo una stagione abbastanza deludente è costretto a ritornare a Palermo (proprietaria del cartellino).
Proprio durante quell’estate ha l’opportunità di fare un’esperienza estera e se ne va, sempre in prestito stagionale, all’ Arsenal non trovando alla fine grande spazio.
Attualmente è di nuovo al Palermo ma con un futuro incerto.

Calciatori di Firenze, Toc Toc Firenze

Infine stanno militando nei campionati di A e di B anche Tommaso Berni e Marco Biagianti.
Il primo è cresciuto nelle giovanili di Fiorentina e Inter, successivamente ha però girato molte squadre trovando una certa continuità solo con la Ternana nel triennio 2003/2006. Dallo scorso giugno è tornato all’Inter, come terzo portiere,dove ha deciso di terminare la sua carriera.
Biagianti invece è un centrocampista cresciuto nell’Olimpia Firenze e nelle giovanili viola.
Dopo alcune esperienze nelle serie minori, come gran parte dei calciatori fiorentini, riesce ad arrivare nel calcio che conta approdando al Catania, dove colleziona 148 presenze in sei anni.
Nel 2013 si trasferisce al Livorno, sua attuale squadra.

In passato però, prima che le società iniziassero a investire sui campioni esteri, Firenze ne sfornava di campioni.
Fino alla fine degli anni novanta il calcio Italiano era prevalentemente formato da giovani Italiani e anche Firenze aveva i propri simboli che si battevano senza paura al di fuori del Capoluogo.

Calciatori fiorentini, Toc Toc Firenze

I più giovani e soprattutto i Doriani si ricorderanno di Bomber Francesco Flachi.
Il mitico Flachi, cresciuto nell’Isolotto, giocò per i viola dal 93 al 96 passando poi alla Samp diventando un vero e proprio idolo per i blucerchiati.
Nel 2006 venne però squalificato per calcio scommesse e nel 2008 risultò positivo alla cocaina. Il primo fra tutti i calciatori fiorentini caduto per colpa della dama bianca.
Dopo la squalifica tornò a giocare ma si ritirò con la maglia del Brescia nel Giugno 2009.

Altro campione incredibile della scuderia Fiorentina fu Antonio Di Gennaro.
Cresciuto anche lui nel vivaio viola fu costretto ad andar via da Firenze perché davanti a lui c’era un certo Antognoni che non poteva essere tolto.
Fece quindi un’anno a Perugia per poi trasferirsi a Verona sponda Hellas.
Con i gialloblu conquistò uno storico Scudetto e dopo una lunga esperienza a Bari chiuse la carriera in Svizzera.
È da poco diventato il nuovo club manager del Bari.

Senza scordarsi dei portieri!

Calciatori fiorentini, Toc Toc Firenze

Per quanto riguarda i portieri provengono da Firenze anche Pazzagli e Berti.
Il primo è cresciuto nella Fiorentina ma ha trovato più fortuna con le maglie di Ascoli, Bologna e Milan.
Nell’estate del 2011, all’età di 51 anni, viene però a mancare a causa di un’arresto cardiaco.
Berti invece cresce nel Prato e gira praticamente tutta Italia cambiando in tutto diciassette squadre, trova però la sua completa maturazione ad Empoli e successivamente a Palermo.
Attualmente è capitano della Nazionale Italiana di Beach Soccer.

E gli allenatori?

Calciatori fiorentini, Toc Toc Firenze

Infine abbiamo l’attuale coppia di Allenatori (rispettivamente Capo e Vice Allenatore) Spalletti-Baldini.Entrambi sono stati bandiere dell’Empoli, da giocatori prima e da allenatori poi.
Hanno allenato assieme anche la Roma, dal 2005 al 2009, centrando più volte la qualificazione in Champions e successivamente lo Zenit San Pietroburgo, dove hanno vinto due Campionati, una Coppa di Russia ed una Supercoppa.
Ad ora sono senza squadra ma no faranno fatica a trovarne un’altra avendo la stima e l’ammirazione di mezza Europa.

In sostanza Firenze ha ed ha avuto ottimi campioni sia in campo che in panchina, il problema sarà il futuro.
Non si vedono segnali di svolta a favore dei giovani ed i giovani Italiani forti se ne vanno ben presto in altri Campionati perché di livello superiore.
I Campionati Primavera non sono adeguati alla crescita di un giovane e fin ora non si hanno novità per quanto riguarda il campionato delle seconde squadre.
Vedremo se il nuovo presidente della Federcalcio Tavecchio sarà in grado di apportare le modifiche necessarie per far si che il Calcio Italiano torni ad essere affascinante come negli anni 80 e 90.

Credits: Maxresdefault World Cup 2014RepubblicaSPORT ; Marco Biagianti Official Website ; Tutto mercato web ; Il Messaggero ; Live Football

 

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE