Case popolari a Firenze, meglio se ecosostenibili

case popolari, toc toc firenze

Le case popolari e l’ambiente.

Temi cari ad ognuno di noi. Ciascuna persona vorrebbe vivere in un territorio pulito e poco inquinato. Quindi se anche la nostra casa potesse rispettarlo, facendoci risparmiare un po’ di soldi sulla bolletta, non sarebbe affatto male. L’emergenza abitativa però è un fenomeno in costante crescita quasi ogni comune d’Italia. Come fare quindi per far fronte a questo problema? Come possiamo aiutare noi stessi e la nostra splendida città?

Le soluzioni adottate dal comune di Firenze sono molteplici: la ristrutturazione di spazi pubblici ed il loro riadattamento a case popolari. Ne abbiamo un esempio lampante in via Bronzino, dove in un ex asilo nido sono stati inaugurati ben sei nuovi appartamenti, ai quali sono state applicate delle modifiche per renderli quanto più ecosostenibili possibile.

Il vero fenomeno interessante, che merita ancora di più la nostra attenzione, è ciò che è successo in Viale Guidoni. Davanti al nuovo Palazzo di Giustizia sono stati montati in 50 giorni e terminati in 20, gli esempi calzanti di casa ecosostenibile, vale a dire 2 condomini di 3 piani con ben 18 alloggi, in legno.

Ogni alloggio è composto da due moduli, costruiti e montati nello stabilimento a Empoli dell’impresa Campigli Legnami. I prefabbricati sono stati trasportati in cantiere già finiti e provvisti di cucine già arredate e bagni completi.

 

case popolari, toc toc firenze

 

Cos’hanno di ecosostenibile?

Tanto per cominciare l’uso di materiali isolanti, naturali, riciclabili e privi di emissioni tossiche per limitare al minimo la dispersione di calore. Poi, degno di nota, è anche l’applicazione e l’uso di pannelli solari fotovoltaici e l’impianto centralizzato con caldaia a condensazione, che riduce il consumo energetico e diminuisce l’emissione di agenti inquinanti.

Ma la vera novità sta nel fatto che a fine utilizzo, queste case popolari ad impatto zero, saranno velocemente smontate e messe a disposizione là dove è necessario, lasciando il territorio intatto, come prima del loro insediamento.
Per questo gli edifici dovevano essere quanto più leggeri possibile, infatti è stato scelto di realizzarli con la tecnologia ”platform”, vale a dire l’utilizzo di travi di legno nella struttura portante e l’applicazione di materiali isolanti ed ecologici nella costruzione del complesso.

case popolari, toc toc firenze

 

Questo è stato realizzato dal Comune di Firenze in collaborazione con Case Spa, che, tra le altre importantissime funzionalità pro-ambiente e pro-cittadino, porta la novità di essere una delle prima case popolari prefabbricate con più di due piani in Italia. Queste case ecosostenibili andranno ad ospitare, per circa due anni, i residenti delle vicine case popolari di via Torre agli Agli.

Queste attualmente sono in fase di ristrutturazione per ricostruire ben 80 nuovi alloggi ad impatto ”quasi zero” sull’ambiente. Entro fine mandato verranno consegnati oltre 330 alloggi, che si aggiungono alle oltre 1.600 case popolari già assegnate.

Cosa ne pensate allora di questo incontro tra casa ed ambiente?

 

Credits: Case Spa

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE