Stanchi dei soliti fast food? Ecco cinque ricette per non morire di fame

ricette, toc toc firenze

 Stanchi del solito panino al lampredotto e dei sughi pronti di vostra madre? Cari studenti fuori sede questo è l’articolo che fa per voi: vi proponiamo cinque semplici ricette per non morire di fame!

Il passato di verdure

Piatto preferito degli storici fuori sede, il passato è semplice e gustoso. Adatto per gli studenti che vogliono depurarsi dopo sedici settimane di pizza, wurstel e patatine. Lavate bene le verdure, lasciatele cuocere abbondantemente, poi frullatele e date sfogo alle vostre frustrazioni; è scientificamente testato che miglioreranno anche i voti dei vostri esami. Condite il tutto con olio e formaggio, dunque servite. Difficoltà: principiante.

La crudaiola veloce

Qual è il piatto più fresco e primaverile del mondo? La pasta alla crudaiola. Vi proponiamo una nostra ancora più semplice variante: lavate i pomodori e tagliateli a spicchi, nel frattempo cuocete la pasta. Dopo averla scolata, aggiungete i pomodori, dei bocconcini di mozzarella e qualche foglia di basilico. Il piatto è pronto, figurone assicurato. Difficoltà: matricola.

Panna e funghi

Avete intenzione di invitare la vostra dolce metà a una cenetta a lume di candela? Evitate il fast food: l’hamburger non è romantico. Armatevi di una padella con dell’olio e uno spicchio di aglio. Fate soffriggere. Dopo versateci i funghi e lasciate cuocere. Preparate la pasta, poi aggiungeteci panna da cucina e condimento. Spolverata finale di prezzemolo ed è fatta. La pasta panna e funghi è la prova della maturità: sarete certamente apprezzati. Consigli utili: una volta servito il piatto non fotografatelo! I posteri faranno a meno della vostra impresa titanica. Difficoltà: secondo anno.

111 

Aglio, olio e peperoncino

Per una cena intima e piccante, la pasta aglio, olio e peperoncino è l’ideale. Veloce e saporita, facilissima da preparare. Versate in una padella dell’olio e lasciatelo riscaldare; poi aggiungeteci l’aglio e il peperoncino tritato. Nel frattempo preparate gli spaghetti e una volta pronti versateli nel condimento. Fate saltare il tutto brevemente. Evitate però di far saltare in aria i vostri coinquilini e la vostra cucina. Non fatevi prendere dall’emozione. Difficoltà: matricola tonta.

 

Pasta e formaggino

La regina della semplicità è la pasta e formaggino. Il vostro frigo è vuoto, avete un esame fra due giorni e solo due formaggini a disposizione? Avete anche l’ultimo pacco di stelline, grattini, grattoni o midolline? Allora non morirete di fame. Preparate la pasta e nel frattempo ripassate il vostro manuale per l’esame. Spogliate i formaggini e versali nella padella della pasta che avete già scolato; poi mescolate. Il gioco è fatto. Imparerete ad apprezzare questa pasta da sempre presente nella vostra vita. C’era quando siete nati, c’è oggi nella vostra tiepida vita da fuori sede, ci sarà per i vostri figli. E’ una delle poche certezze dell’esistenza.

Dove c’è la pasta e formaggino c’è un fuori sede! 

 

Credits: Fabrizio MontiRicha Yadav, Sandro Cuccia

 

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE