I sei cognomi più pop di Firenze: ecco la loro storia

cognomi toc toc firenze

Non vi è mai capitato di conoscere numerose persone con lo stesso cognome senza che queste avessero alcuna relazione tra loro? O più semplicemente: non siete mai stati curiosi di sapere il vostro cognome cosa significasse o che storia avesse? Ne abbiamo selezionati sei, quelli più comuni nella nostra città e spesso ogni cognome era legato ad una parte del carattere. Che sia così anche adesso?

Formazione Rossi – Innocenti- Bianchi.

No, non è una formazione di calcio ma bensì la top 3 tra i cognomi più ”pop” presenti sul panorama fiorentino.

Tutti conosciamo almeno un Rossi od un Bianchi, basti pensare al celebre ”Mario Rossi”, fedele compagno d’insegnamento di ogni professore, maestro o semplicemente libro. Entrambi questi cognomi sono popolarissimi al nord e meno frequenti al sud. Hanno origini antichissime e venivano affibbiati a causa di caratteristiche somatiche come, ad esempio, i capelli, la barba o anche la carnagione.

Il cognome Rossi ha origini millenarie, si parla addirittura dei primi anni dell’Impero romano. Questo cognome, nel corso della storia, ha avuto moltissimi stemmi. Lo stemma più conosciuto e comune ritrae uno scudo rosso con 3 fiori grigi in rilievo .

La storia del cognome Innocenti invece è nota ai più. Veniva dato questo cognome a tutti i bambini abbandonati negli orfanotrofi o sui sagrati delle chiese. Un esempio lampante lo troviamo proprio qui a Firenze, dove in piazza Santissima Annunziata vi è collocato proprio L’Istituto degli Innocenti.
Questo cognome era simbolico: augurava a questi bambini un cammino all’insegna dell’innocenza e dell’onestà spirituale.

Conti, i compagni d’arme

Malgrado questo cognome sia relativamente giovane rispetto a molti altri, la sua diffusione è stata assolutamente esemplare. È, non a caso, il quarto cognome più diffuso a Firenze. L’etimologia della parola Conti è estremamente interessante. Dal latino ”comes, comitis”  significava compagno.

Questo arrivò in Francia trasformandosi in ”Comte” per poi sbarcare e diffondersi nel nostro paese, circa mille anni fa, con una piccola trasformazione: Conte.

Nel medioevo era definito conte colui che giurava fedeltà all’impero, diventando quindi ”compagno d’arme”. Quello che non molti sanno è che cognomi come ”Contini, Del Conte, Cunto”, e tanti altri, sono varianti dello stesso cognome primario Conte.

I Gori sono peggio delle volpi

Vi è mai capitato d’incontrare un Gori (o Goretti, Gorini…) particolarmente vigile o intelligente? Se la risposta è si, la spiegazione è semplice.

Questo cognome, che ha origini in Toscana, ha un’etimologia che non lascia tanto spazio all’interpretazione, anzi. Dal greco γρηγορα (egregora) cui significato è ‘‘stare all’erta, sveglio”. Un gori era colui che doveva stare di veglia, una sentinella oppure semplicemente (e si fa per dire) un uomo che sapeva farsi riconoscere tra la folla per astuzia ed altre doti simili.

Il prefisso greg- invece in latino, indicava ”colui che aggrega” , colui che tiene il gregge.

cognomi, toc toc firenze

La famiglia Gori risiede a Firenze dal 1300. Nel 1392 abbiamo tracce di un loro stemma: due chiavi incrociate, legate da una catena, su sfondo blu.

L’equazione ”se tu sei un Gori, non tu puoi esse’ un Bischero” vien da se.

I magnanimissimi Martini

Ricapitolando: se conoscete un Bianchi o un Rossi sapete che avranno sicuramente particolarità cromatiche legate al cognome. Se conoscete un Innocenti sapete che sono accesi da innocenza ed onestà spirituale. Se sul vostro cammino incontrerete un Conti saprete perfettamente che è fedele al proprio stato, il Gori invece è astuto e sempre vigile ed un Martini?

Ci auguriamo per voi che il giorno nel quale avrete parcheggiato la macchina sulle strisce pedonali, dopo estenuanti ore di ricerca per un parcheggio nei primi 10 km attorno a casa vostra (giusto per essere sempre in zona), che il vigile appostato con la multa già pronta sul vostro cofano, faccia di cognome Martini. I Martini sono estremamente magnanimi. Il loro cognome infatti è legato a doppio filo a S. Martino.

cognomi, toc toc firenze

Nel 1313 Firenze contava 9 priori con questo cognome. Nei loro stemmi infatti, c’è un grandissima percentuale di Rosso, colore che simboleggia la bontà d’animo e no, non il sangue come avrete certamente pensato di primo acchito.

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE