Come siamo arrivati alla 79esima Mostra Internazionale dell’Artigianato

Mostra Internazionale dell'Artigianato, Toc Toc Firenze

Dal 24 aprile al 3 maggio riaprirà i battenti la storica Mostra Internazionale dell’Artigianato che, come ogni anno offrirà ai suoi partecipanti prodotti di artigianato e alimentari provenienti da tutt’Italia e persino da tutto il mondo.
Anche quest’anno la fiera sarà aperta dalle 10:00 di mattina alle 22:30 della sera (salvo l’ultimo giorno che chiuderà alle 20:30), il costo del biglietto intero è di 6 euro e quello ridotto 4 euro (tutte le informazioni sulle varie riduzioni sono sul sito internet ufficiale dell’evento http://www.mostraartigianato.it/it/).

Alle origini della Fiera:

Lo storico evento nasce nel 1931 sotto il nome di Fiera Nazionale per rivalutare e dare nuova luce alle storiche corporazioni fiorentine, evento che veniva accompagnato e pubblicizzato da famose cartoline ufficiali (l’ultima emessa è datata 1987).

In quest’ultime venivano rappresentate le date ed il logo dell’evento, il simbolo scelto variava ogni anno fino al 1980 quando il marchio della mostra diventò la “a” maiuscola di “artigianato”.
La prima casa della mostra fu l’anfiteatro del Parterre in Piazza della Libertà, e dal 1939, quando fu ultimato un edificio denominato “Palazzo dell’esposizioni”, diventò il luogo culto dell’evento.
Nel 1952 vi fu persino esposta l’acefala Primavera di Ponte Santa Trinità che diventò il simbolo della Fiera, in quanto tutto il mondo s’impegnò per ritrovarne la testa che poi si scoprì essere cascata nell’Arno durante la seconda guerra mondiale.
Questo particolare episodio dette un notevole rilancio mediatico alla città di Firenze che poté aggiungere alla sua fiera l’appellativo di “Internazionale”.
Da allora l’affluenza fu proprio tanta ed incontenibile per il Parterre, dunque la fiera nel 1978 fu spostata nel complesso espositivo della Fortezza da Basso.
Attualmente la disposizione degli espositori all’interno dei padiglioni della Fortezza è abbastanza fisso, ma ogni anno ci sono preziose novità da scoprire.
Quest’anno per esempio vengono aperte due nuove sezioni una dedicata all’abbigliamento e agli accessori vintage, “Rendez Vous – Vintage in Fortezza”; e l’altra alle nuove idee e tecnologie nell’ambito dell’arredamento, “Casa In&Out”.
L’altra grande novità riguarda il paese ospite d’onore che per la 79esima mostra è il Tibet, a questo splendido paese sono destinati ben 500mq espositivi sviluppati in area commerciale e area culturale.

Mostra Internazionale dell'Artigianato, Toc Toc Firenze

Quest’anno avremo il Tibet grande protagonista

Quest’ultima sarà destinata a far conoscere la civiltà tibetana con un calendario ricco di eventi promosso da l’associazione Tibet Culture House Italy.
Da non perdere le dimostrazione di scrittura ed arte della calligrafia tibetana e tutte le rappresentazioni relative alla Mandala, effettuate da monaci tibetani.
Alla fiera saranno acquistabili autentici thangka, pitture con raffigurazioni sacre arrotolabili su tela con bordi in seta o in altre stoffe pregiate; e i tradizionali phurba, pugnali rituali.
Nei locali dedicati al cibo, si potrà trovare anche un Ristorante tibetano dove gustare lo Tsampa, piatto nazionale composto da farina di orzo mescolata con carne di yok, montone o capra e tè al burro; o le Thukpa, zuppe di spaghetti servite con carne di montone o yok.
Non mancheranno anche le prelibatezze nazional popolari o dei paesi europei più celebri, ma come ogni anno quest’evento resta la vetrina ufficiale dell’artigianato mondiale, dunque una vera occasione per conoscere ed apprezzare anche le altre culture.

 

Credits: Mostra Artigianato ; Wonderlane 

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE