Come spendere gli 80 euro di Renzi a Firenze

renzi, toc toc firenze

Renzi ci farà dono di 80 euro in busta paga. Noi abbiamo già pensato a come spenderli.

Finalmente il mese di maggio è arrivato, con tutte le aspettative che si porta dietro. L’inizio delle belle giornate, i primi scampoli d’estate, la fine del campionato e molto altro. Ma soprattutto questo maggio sarà ricordato per l’arrivo del pezzo forte degli ultimi mesi di strategia politica di Renzi: i famosi (famigerati) 80 euro in più in busta paga.

Negli ultimi mesi infatti, siamo stati letteralmente bombardati da articoli, servizi televisivi e radiofonici sull’argomento. Da un lato c’è chi grida al miracolo, dall’altro chi parla di una clamorosa presa per i fondelli. Non staremo qui a sindacare sulla bontà del provvedimento, ma incentreremo la nostra attenzione su un lato molto più pratico della faccenda.

Ma con 80 euro in più al mese, che cosa ci fai?

In una città come Firenze, sono molti o sono pochi? Ovviamente la risposta è quantomai soggettiva, ognuno infatti spende i propri soldi come vuole. Nonostante questo però, cerchiamo di intuire in che modo si potrebbero spendere questi soldi, specialmente dal punto di vista di una giovane ragazza o ragazzo.

Le formichine

Si tratta indubbiamente della categoria più lungimirante che punta a raggiungere un bel gruzzolo. Ma è anche la categoria più noiosa e quindi poco utile ai fini di questo articolo.

renzi, toc toc firenze

I romantici

Chissà in quanti, appena sentita la notizia, avranno pensato di poter spendere questi soldi per portare fuori a cena il proprio amore. Di questi tempi infatti, quando ormai al massimo ci si vede per un aperitivo, un invito a cena è sempre ben accetto e garantisce un certo successo.

Girando per le strade di Firenze e dando un’occhiata ai prezzi dei ristoranti, ci si rende conto che la cosa è fattibile e che con 80 euro ne viene fuori una simpatica cenetta, con tanto di mancia per il cameriere. Il rischio però è quello di abituare troppo bene il nostro partner. I prossimi 80 euro infatti arriveranno dopo un mese e, tra le tante cose, non ci pare il caso di affidare alla politica anche la nostra vita sentimentale.

I malati dello shopping

Almeno in questo caso la risposta è piuttosto semplice. Per lo shopping gli 80 euro di Renzi sono effettivamente pochi e si corre il rischio di non riuscire a comprare nulla. Sbirciando un po’ per le vetrine di Firenze infatti, è facile farsi un’idea dei prezzi a volte proibitivi degli abiti. Quindi scordiamoci i capi di abbigliamento firmati, con 80 euro non ci si compra neanche un bottone.

renzi, toc toc firenze

I viziosi

Inutile negarlo, i vizi costano e questo provvedimento può rivelarsi un valido aiuto per tutti i Jep Gambardella che si aggirano per Firenze. Calcolando che mediamente il prezzo di una birra in centro si aggira attorno ai 5 euro e che quello di un cocktail in alcuni casi arriva anche a 10, non ci vuole un genio della matematica per intuire l’utilità di questi 80 euro da sacrificare presso l’altare del Dio Bacco. Certo, non garantiscono bisboccia ogni sera e di questo il nostro corpo e la nostra salute ce ne saranno grati.

Gli esploratori urbani

Alzi la mano chi può dire di conoscere al 100% il luogo in cui abita. In una città come Firenze, ricca di lavoratori fuori sede, ci sono centinaia di cose da vedere. Musei, mostre, spettacoli, tutte attività alle quali troppo spesso si è costretti a rinunciare con conseguente e inevitabile impoverimento intellettuale. Ecco, forse dedicarsi alla scoperta (o per gli autoctoni, alla riscoperta) delle bellezze di Firenze, che attraggono persone da tutto il mondo, può essere uno dei metodi più intelligenti e utili per spendere questi 80 euro. Forse Renzi aveva pensato proprio a questo.

L’elenco potrebbe continuare all’infinito. A seconda delle intenzioni e delle abitudini 80 euro possono essere tantissimi o pochissimi e solo il tempo potrà dirci se porteranno in effetti dei benefici alla vita delle persone.  Personalmente pensavo di fare come Philip J. Fry in una puntata di “Futurama”, quando decide di spendere un extra di 100 dollari in 100 caffè tutti in una giornata.

 

Credits: Huffington Post, Nanopress

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE