Criptozoologia – La bottega di Calliope

No, non abbiamo aperto il vocabolario ad una pagina a caso per trovare la nuova challenge.
La criptozoologia, come ci spiega Wikipedia, è

“una disciplina, considerata pseudoscientifica, che si occupa dello studio di specie animali, dette criptidi, di cui si ipotizza l’esistenza solo attraverso prove circostanziali; oppure di specie che sono estinte, ma di cui ci siano stati alcuni supposti avvistamenti.”

Rientrano in questo gruppo di esseri mostruosi e meno lo Yeti, il Sasquatch, il Chupacabra, il mokele mbembe, il Mostro di Loch Ness, la Bestia dello Gévaudan, lo Yowie, il Ninki Nanka e molti altri.
Nei panni di moderni esploratori delle terre selvagge i nostri scrittori di EsseCìEffe si sono avventurati in queste storie, in un misto di leggenda e scienza.

Sarà come se niente fosse stato

Ecco chi hanno incontrato.
Annaspo soffocato nel nulla,
un tempo le tenebre amiche mi
erano rifugio e conforto, ormai
vi vivo distaccato e insofferente
nei confronti di quei diurni mortali;
l’irrequietezza mi ha abbracciato
leggera mia compagna silente;
l’indifferenza per i miei dolori non fa altro
che permettergli di divamparmi dentro; ma
è la pallida tristezza che mi è più vicina,
ormai mio unico credo non c’è che lei,
che mi porta alla sofferenza, all’apatia,
ma non riesco a liberarmene
poiché coloro che vivono il dì non riescono
a vederla perché celata dietro
una sorridente maschera;
l’unica che potrebbe capirmi
mi è ormai lontana anzi
ho voluto allontanarla per non
trascinarmela in questa cupa tempesta,
ed ora solo spererei in te
mia celata vestale ma non posso
portarti con me in questo irto sentiero
anche perchè la tua meta è un altra
più alta e già in vista, mentre io
vago sperso tra valli e montagne
alla ricerca di uno scorcio che
possa rincuorare la mia mente stanca.
Quindi abbandonami e segui la certezza
tua unica scelta e non concedermi
neanche un tenero addio, forse non merito che
un semplice saluto prima di perdermi
nell’idiozia di una futile ricerca.

Fuggi lontano, scivola leggero, ma
comunque allontanati… il dolore è
per me troppo virulento
non saprei resistergli: vorrei poterti
avere accanto, ma temo anche che tu
non voglia e il mondo per come lo vedo
crollerebbe e non saprei
resistergli perciò abbandonami
in questa landa desertica io
riuscirò ad uscirne ancora ho la lucidità;
fuggi via e ritorna ove il tuo amore
è più ben accetto e non ti preoccupare di me
sarà come se niente fosse stato…………..forse.

Autore: Emiliano Bini

LETTERA APERTA DEL CHUPACABRA

Cari esseri umani, non so più come dirvelo… Io non succhio nessuna capra, pecora o Nicole  Minetti ( che è una variante di piccola pecora no?) . Comunque non ho mai ammazzato e mai ammazzerò nessun animale! Sono vegano! Io mangio Valsoia, capito? Gli hamburger di soia, il pesce di soia, il latte di soia, l’uovo di soia, il soia di soia, il gelato di soia… Avete presente quello a cui la gente sfigata dice ” Sì!”? Ecco, quello! Figuriamoci se mi metto a succhiare le capre… Mica sono un pastore sardo io!
Poi lascia passare se fossi stato chiamato ” Chupacarotas”, fa schifo lo stesso, però almeno ha senso… Invece no, non vi riesce badare a due cagnacci e allora date la colpa a me! Ok che sono vegano, ma discriminato così no eh! Quindi cari umani, la prossima volta che vi muore una capra non sono stato io, capito!?!? Io succhio altre cose… Forse le vostre mogli vi sanno dire cosa…
Un bacione, il vostro Chupacabra.
Autore: Lorenzo Cambi
  chupa2

Criptozoologia

Mi baso
sulla tua esistenza
da aneddoti
nella mia testa.

Specie rara
criptide umano,
forse solo
illusorio e vago.

Leggendario quesito,
a cui solo io
posso dire
a me stessa
se è davvero esistito.

Autrice: Monica Moe

Vuoi leggere altri racconti e poesie? Allora scopri le altre opere della Bottega di Calliope!

Credits: Joe PennistonPablo Spekuljak

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE