Dalla schiacchiata al pan ramerino: i dolci della nostra città

Come si sa, Firenze è patria di una grande varietà di piatti tipici, e fra essi di certo non mancano le torte e altri dolciumi.

I dolci della tradizione fiorentina provengono da tempi molto antichi e sono quasi tutti riconducibili ad un particolare periodo dell’anno, ad un avvenimento importante o una festività religiosa. Vediamo assieme quali sono le golosità che possiamo trovare nella pasticceria dietro casa proprio qui a Firenze, e di come esse si allaccino alla storia e alle consuetudini della nostra città.

 

dolci, Toc toc Firenze

Schiacciata alla fiorentina

Durante il Carnevale è quasi un obbligo fare un salto in pasticceria e portare a casa due belle porzioni di questo dolce, o ancor meglio prepararselo a casa seguendo la ricetta della nonna. Questo piatto infatti è il dolce della nostra città per eccellenza, forse per il suo giglio creato dall’uso dello zucchero a velo e il suo caratteristico aroma di arancia, che lo rendono unico in tutta Italia.

dolci, Toc toc Firenze

Frittelle di San Giuseppe e pan di ramerino: due dolci medievali

Anche le frittelle di San Giuseppe, chiamate anche frittelle di riso, sono tipiche del periodo di Carnevale e vengono consumate accompagnate da altri dolci fritti come i cenci; esistono moltissime ricette e varietà di questi dolcetti carnevaleschi che si possono rintracciare anche in altre regioni.

La loro origine è medievale, come medioevale è quella del pan di ramerino, una pagnotta dolce impastata con uva sultanina e rosmarino, legato al periodo della quaresima. Un tempo era in vendita solo il giorno del Giovedi Santo, adesso invece si può trovare tutto l’anno. Ogni ingrediente ha un suo significato simbolico, il rosmarino dell’immortalità dell’anima, il pane e l’uva della vita.

La schiacciata con l’uva

Questo dolce invece è tipico del periodo immediatamente successivo alla vendemmia , ossia nel mese di settembre fino alla fine di ottobre. Proprio in seguito a questa tipica mansione contadina era ed è facile arricchire la semplice schiacciata, una focaccia contadina di pasta di pane, con chicchi di uva nera da vino, molto molto buona ma anche facile da preparare. Se vuoi scoprire di più su questo dolce dai un’occhiata al nostro articolo specifico sulla schiacciata con l’uva!

dolci, Toc toc Firenze

Lo zuccotto: un capolavoro di dolce

E questo ottimo dolce da mangiare freddo? Questa pietanza, a differenza delle altre, non accompagna nessun avvenimento e per questo motivo può essere rintracciata in tutti i periodi dell’anno nei ristoranti fiorentini degni di questo nome. La ricetta è a base di pan di Spagna e gelato, e le sue origini risalgono probabilmente ad una invenzione dell’architetto-gelataio Bernardo Buontalenti per Caterina de’ Medici. Il nome zuccotto deriva dalla sua forma, che ricorda un elmo o anche quella calotta usata dagli alti prelati, chiamata ”zucchetto”.

Come si può notare, la tradizione dolciaria fiorentina si fonda su ingredienti semplici e gustosi, facili da rintracciare e di massima segue la linea di tutta quella che è la cucina contadina Toscana. Questa consiste nell’uso di alimenti alla portata di tutti, ma senza dimenticare l’ingrediente più importante, quell’amore per la cucina che dà a questi piatti un gusto unico e inimitabile.

 

Credits: Giallo Zafferano, In cucina con Lucia, Jenuino.

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE