Donne con le palle. Il calcio fiorentino femminile

calcio fiorentino femminile

Il Calcio storico, a Firenze, è una vera e propria istituzione.

La tradizione ha origini molto antiche, e, ad oggi, la sfida dei quattro quartieri della città è nota in tutto il mondo, come spettacolo folkloristico per i costumi, rivestito da un’aura di coraggio e nobiltà per la violenza che i calcianti non esitano a mettere in campo. Quando c’è una palla di mezzo, stereotipo vuole che si parli di uomini.

calcio fiorentino femminile 4

Ma cosa succede se a giocare sono le donne?

Nel settembre 2011, durante la Rassegna “CalcioExpo“, Elisabetta Moretti, membro dello staff della manifestazione, e Gianluca Cecchini, organizzatore di eventi per il Comune di Firenze, decidono di concretizzare un’idea, apparentemente folle, ma mossa da orgoglio e passione per la storia di Firenze.

calcio fiorentino femminile

Per alcuni è stata considerata una blasfemia, uno strappo alla consuetudine per cui non si può parlare di calcio storico, bensì di calcio fiorentino femminile. I costumi ci sono, e l’energia e la grinta indubbiamente non mancano.

I primi allenamenti risalgono all’ottobre 2011, nel campo dei Rossi, mentre adesso le “guerriere” proseguono quest’impresa con entusiasmo giocando nel campo degli Azzurri.  Le ragazze si allenano insieme, dividendosi in due squadre per le sfide ufficiali: Bianche e Rosse, come i colori della città.

Le regole del calcio fiorentino femminile

Il gioco ha elementi del rugby e del calcio, ma da entrambi si distingue per le sue regole e le sue peculiarità. Sebbene meno aggressivo di quello maschile, il calcio fiorentino femminile presenta uno scenario non meno accattivante: le guerriere si sfidano su terreno sabbioso, tra rovinosi placcaggi e corse per la caccia.

Impossibile uscire dal campo senza qualche acciacco, ma l’importante è vincere e divertirsi.

calcio fiorentino femminile 3

Nonostante la diffidenza iniziale, il calcio fiorentino femminile vede adesso un seguito numeroso e una sempre maggiore partecipazione.

L’ambizione? Arrivare anche quest’anno in Santa Croce!

 

Credits foto: Andrea Belard

 

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE