Dove lasciare la vostra dolce metà a Firenze

Dove lasciare il proprio ragazzo/a, Toc Toc Firenze

Eh, ragazzi e ragazze, l’amore. Non c’è argomento al mondo più complesso di questo.
Ma, alla fine, dove lasciare il proprio ragazzo/a?
Facciamo un passo indietro.

È bella la fase dell’innamoramento, chi non ci è passato…

Si perde il capo per l’altra persona, si fanno cose pazze senza usare la testa incoscienti di ciò che si sta facendo, tralasciando le amicizie (perché si tralasciano inutile negare), si passa nottate intere a spippolare quei dannati smartphone così da passare le notti insonni e ci si finge (perché spesso si finge) interessati agli hobby e alle abitudini dell’altra persona facendole credere che si, sono io il ragazzo perfetto!
La lista andrebbe avanti ma fermiamoci qui perché mai come in questi anni, soprattutto per quanto riguarda le giovani coppie, le relazioni durano poco. La magia svanisce e in poco tempo si guarda al passato con aria nostalgica realizzando che ormai si ha solo un ricordo lontano di quei tempi stupendi.
Si torna magari ad essere amici ma non è più la stessa cosa.
E’ difficile trovare la giusta location dove lasciare il proprio ragazzo/a.
Di fatti però il momento più difficile è proprio quello del distacco, ovvero, “devo dirgli che tra noi è finita”.
Dove lasciare il proprio ragazzo/a, Toc Toc Firenze

 Ma, alla fine, dove lasciare il proprio ragazzo/a?

È un momento critico perché non si vuole ferire i sentimenti dell’altro/a, ma nello stesso tempo lo si vuole fare senza avere il rimorso di dire “magari ci possiamo riprovare”.
La location quindi dev’essere scelta scrupolosamente perché si, alla fine le parole da dire son sempre le solite, ma dette in certi luoghi possono avere una cassa di risonanza leggermente diversa.

Eccovi qui quindi una guida un po’ alternativa di “dove lasciare il ragazzo/a a Firenze”

Il Jazz Club

Checco Zalone tempo fa, in un intervento fatto durante una lezione di cinema, disse che non c’è luogo più adatto in cui lasciare un partner del Jazz Club. E quale momento più adatto dell’assolo di contrabbasso?
Noi personalmente adoriamo il Jazz ma seriamente, al giorno d’oggi la young generation è tutta improntata sulla musica da discoteca quindi, durante l’assolo per loro tutto potrebbe essere meglio e di certo non vi rimpiangerà se gli darete il ben servito.

La Galleria Degli Uffizi: Ah, l’arte, la cultura, la storia.

Iniziate a fargli vedere qualche collezione secolare, sparategli pipponi spaventosi sul rinascimento che tanto tranquilli, anche se son stronzate lei o lui starà già pensando a chi potrà essere il vostro sostituto, quindi magari ripetete l’esperimento un paio di volte e vedrete che le parole “cara/o per me è meglio se la facciamo finita” usciranno da sole senza ferire alcun sentimento.

Nel parcheggio dei Gigli

Ammettiamolo, il posto in se incute una sudditanza psicologica spaventosa, se in più ci mettiamo che il giramento di scatole è a mille per la miriade di gente che ci va e il parcheggio che ha poteri sovrannaturali di disorientamento state tranquillo che basta un nulla per sfoderare un bel “non ti sopporto più, sei insostenibile, hai un sacco di difetti e odio tua madre”. Di conseguenza anche qui, ripetete magari un paio di volte l’operazione e tutto uscirà fuori in modo più fluido.

L’Ikea

Niente di più semplice. Convivete magari da un po’ oppure uno dei due deve rifare una parte della casa e ha bisogno di consigli.
Andate sul trucido, pensate fuori dagli schemi cercando arredi con colori trash che manco il peggior Lapo Elkann prenderebbe. Fategli capire che siete due mondi totalmente opposti e arrabbiatevi se non vi da ascolto. Sfogatevi, rimembrategli vecchie situazioni simili e anche lì, lisci come l’olio. Senza rancore.

Dove lasciare il proprio ragazzo/a, Toc Toc Firenze

Ovviamente sono situazioni folkloristiche ed il nostro intento era quello di farvi sorridere affrontando un argomento pesante come questo.
Il nostro consiglio è quello di essere seri e professionali. Non mandategli il messaggino solito che sa molto di “se ti vedo cambio idea” e soprattutto non fate mai venire l’interessato/a a casa vostra ma andate voi da lui perché fidatevi, scollarvelo/a di dosso in quelle situazioni sarà pesantissimo.
Quindi forza e coraggio, fate le brave persone, son cose che capitano e la vita va avanti.
Arriva per tutti quella persona che ti fa perdere la testa, e a quel punto non c’è assolo di contrabbasso o collezione rinascimentale che tenga.

Credits: Riccardo Romano ; Antonio Cinotti ; Fabiana

 

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE