Con la libreria Feltrinelli Firenze si apre a un nuovo format: la RED

feltrinelli firenze

In Piazza della Repubblica, accanto al modernissimo “Hard Rock Cafè” i fiorentini possono trovare una Feltrinelli.

Ma “Red” Cosa vuol dire?  È l’acronimo di “Read, Eat, Dream” (Leggi, mangia, sogna). E’ una libreria con dentro un’osteria e un supermercato o, se preferite, il contrario. Dipende dai punti di vista.

Entriamo nello specifico

Entrando al primo piano, infatti, subito si noterà la presenza di tavoli, di un fornitissimo bar e di scaffali che vendono generi alimentari.

Dove sta la differenza da un normale supermercato? I prodotti qui venduti sono stati selezionati e certificati dall’Università Gastronomica di Pollenzo che ha selezionato in tutta la Toscana i fornitori che meglio identificano la Regione, secondo criteri di tipicità e, sopratutto, di qualità.

3

I prodotti alimentari, dunque, rispecchiano al meglio l’anima di Firenze e della Toscana; sono a “chilometro zero”, dunque ecologicamente sostenibili. Si è strizzato l’occhio anche alla varietà: nel punto vendita potete trovare un buon vino d’annata, ma anche l’economico e gustoso street food che, a Firenze, è rappresentato al meglio dal panino con il lampredotto.

Al secondo e al terzo piano i libri si riappropriano del loro spazio naturale.

Solo un pianoforte, un angolo dedicato alla vecchia “Ricordi” e uno spazio per bambini interrompe il loro dominio. La Feltrinelli Red vanta nel suo catalogo più di 20000 titoli.feltrinelli firenze

Il panorama socio-economico

La “Feltrinelli R.E.D.” non è una novità nel panorama italiano: troveremo lo stesso format a Milano e, prossimamente a Roma (ove era stato aperto e poi chiuso, a causa di problemi strutturali dell’edificio).

18 persone sono state assunte per la gestione della libreria, 14 per il ristorante. Alcuni lavoratori sono stati riassunti dalla vecchia Edison; in tutto, si parla di 2 milioni di euro investiti nel progetto.

La libreria si propone ad un pubblico diverso e complementare rispetto a quello della “vecchia” Feltrinelli.

Si cerca, infatti, attraverso il buon cibo di attirare i giovani e le famiglie (è, infatti, presente anche un’area per bambini). E’ previsto un fitto calendario di eventi, con ospiti proveniente sia dal mondo culinario sia dal mondo letterario.

Una scommessa vinta? Solo il tempo ce lo dirà!

 

 

Tags
Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE