Finocchiona Cup: la lotta all’omofobia torna in campo

finocchiona cup, toc toc firenze

Torna a Firenze la Finocchiona Cup, l’autoironico torneo calcistico più arcobaleno di tutta la Toscana

La Finocchiona Cup infatti è un torneo un po’ particolare: oltre a quello di divertirsi giocando ha lo scopo di dare un calcio all’omofobia, come recita una recente campagna contro la discriminazione nello sport. E per farlo si ricorre anche l’arma dell’autoironia – da sempre strumento di lotta della comunità LGBT (lesbiche, gay, bisex e trans).

I protagonisti sono sempre loro, i ragazzi della Revolution Soccer Team, di cui noi di Toc toc abbiamo già parlato. Si tratta di una squadra nata da un gruppo di amici a cui, oltre ai ragazzi, piace anche giocare a pallone e rompere i pregiudizi, fra cui il più duro di tutti: ai ragazzi gay il calcio proprio non può piacere.

Fondata nel 2011, la squadra è cresciuta in fretta e le sue attività si sono ben presto moltiplicate. Fra esse appunto la Finocchiona Cup, torneo fra le squadre di calcio formate da ragazzi gay e gay-friendly, che quest’anno è arrivato addirittura alla quarta edizione.

Finocchiona cup, toc toc firenze

Il torneo: chi, dove e quando

Evento di punta nel mondo dello sport LGBT italiano,  il torneo della Finocchiona Cup 2014 vedrà partecipare ben 5 squadre gay-friendly provenienti da tutta Italia: i Romei e i Black Angels Team da Roma, i GatTo Nero di Torino, gli Arzenal di Genova, i Bugs di Bologna e i Pochos di Napoli.

Dopo essersi svolto nell’estate 2013  a Torre del Lago, noto centro turistico LGBT friendly, la città del giglio nel 2014 ha di nuovo l’onore di ospitare l’ironico torneo.

L’appuntamento è dunque per domani 27 Settembre alle ore 13:00 presso la Società Sportiva di Castello, in via Reginaldo Giuliani 518, dove scopriremo chi fra le squadre gay-friendly italiane conquisterà il gustoso salume toscano. Forse proprio la Revolution, che ha già vinto la coppa Superba nel torneo organizzato a Genova nell’inverno scorso?

E per saperne di più? O, perchè no, unirsi al Revolution Soccer Team e dare un calcio all’omofobia? Il consiglio è quello di dare un’occhiata al loro sito!

Credits: Revolution Soccer Team

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE