Fiorentina-Atalanta: “Mario c’è, e ho le prove”

Fiorentina-Atalanta, Toc Toc Firenze

Fiorentina-Atalanta: “Marione c’è, e ho le prove”. Avrebbe parafrasato più o meno così il buon vecchio Massimo Ceccherini, citando la sua celebre frase del film “Il Ciclone”.
Mario Gomez è tornato, e lo ha fatto in grande stile. Doppietta e un rigore, che definire dubbio è usare un eufemismo, procurato e poi siglato da Cuadrado. Un 3-1 netto quello della squadra di Montella, che ha dominato in lungo e in largo un Atalanta parecchio rimaneggiata rispetto agli undici vittoriosi di San Siro.
I bergamaschi hanno reagito a fine primo tempo accorciando le distanze con Rolando Bianchi, ma levato quell’affondo gli uomini di Colantuono sono apparsi nettamente inferiori ai viola. Una grande prova fondamentale in vista dei numerosi impegni che la Fiorentina dovrà affrontare da qui a fine Febbraio.
Il primo impegno in ordine temporale è quello di domenica sera al Franchi contro la Roma, sfida che si ripeterà tra esattamente due settimane all’Olimpico, proprio in occasione della Coppa Italia. Sfida doppia molto ostica per Montella e compagnia, che però si troveranno ad affrontare i giallorossi in uno dei loro momenti peggiori.
La squadra di Garcia ha perso brillantezza e lucidità, il gioco sta venendo meno e i risultati rispecchiano a pieno questo momento no. Lo scempio visto ieri contro l’Empoli è solo l’ultima di una brutta serie di prestazioni.

La Fiorentina ha un bel rullino di marcia!

Sia chiaro, tre pareggi e due vittorie nelle ultime cinque gare non sono un brutto rullino di marcia, ma per una squadra che lotta per il campionato, soprattutto con una Juventus davanti che non sbaglia un colpo, questo di certo non può bastare.
Un tonfo a Firenze vorrebbe dire -8 dalla vetta, e, conseguentemente, un probabile addio al sogno scudetto. Al contrario la Fiorentina non ha nulla da perdere.
Queste due vittorie di fila (Chievo e Atalanta) hanno rilanciato la squadra a -3 dal terzo posto, consapevoli che comunque vada la partita sarà già in partenza molto molto impegnativa. Un eventuale ko in casa non distruggerebbe definitivamente tutti i sogni europei, ma li posticiperebbe soltanto di qualche giornata. Le pressioni quindi sono nettamente più inferiori rispetto a quelle dei giallorossi, che arrivano a questa sfida come se fosse un dentro fuori.

E dopo Fiorentina-Atalanta vietato sbagliare:

Chiaramente i gigliati non sottovaluteranno assolutamente l’importanza di una gara importantissima come questa. Giocare contro una grande è sempre motivo di grande carica per l’ambiente, e sono queste le vittorie che eventualmente possono cambiare, in modo radicale, l’andamento di una stagione. Ci sarà il pubblico delle grandi occasioni per una partita che promette spettacolo. Se poi ci mettiamo che Babacar è in forma smagliante, Diamanti ha esordito in coppa e Marione si è sbloccato, beh, gli elementi per sognare un possibile colpaccio ci sono tutti.
Adesso però dobbiamo dare un breve sguardo al mercato, perché Lucci, procuratore di Cuadrado, è volato a Londra, causa di un forte interessamento del Chelsea per il colombiano. 27 milioni sarebbero stati offerti dai Blues per accaparrarsi il fantasista viola, ma la Fiorentina, a meno di un offertone di 35 milioni, non intende privarsi del giocatore ora.
Nel caso in cui arrivasse questa offerta, arrivando così ad un eventuale cessione, Della Valle non investirà subito tutti i soldi guadagnati, ma solo una parte.
Parole sue in quel di Moena
sei mesi fa. Chiuso col mercato adesso testa alla Roma, perché domenica c’è un big match importante per la rincorsa di un sogno, non ancora perduto, chiamato Champions League. Forza Viola!

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE