Fiorentina-Dinamo Kiev: El Loco Docet, ed è semifinale per i viola

Fiorentina-Dinamo Kiev: La locomotiva Vargas non perdona e all’ultimo respiro, con una sassata terrificante, ammazza definitivamente la Dinamo Kiev, Toc Toc firenze

Fiorentina-Dinamo Kiev: La locomotiva Vargas non perdona e all’ultimo respiro, con una sassata terrificante, ammazza definitivamente la Dinamo Kiev. 2-0 rotondo firmato anche dal buon vecchio Mario Gomez, che nel primo tempo sfrutta un po alla cialtrona, ma efficacemente, un cross di Joaquin (incontenibile) spizzandolo di mezzo stinco/ginocchio/punta/commentate voi.
Ma poco importa, perché diciamoci la verità, l’importante questa sera era andare avanti nella competizione, dare una scossa a tutto l’ambiente, reagire alle batoste delle scorse settimane mettendosi tutto alle spalle e la Fiorentina lo ha fatto.
Certo, ci sono stati eccome momenti di sofferenza durante la partita, la Dinamo era rimasta in 10 per un espulsione molto molto dubbia ai danni di Lens, e da li gli ucraini erano calati, ma poi, nel finale di tempo, c’è stata la reazione rabbiosa e aggressiva della squadra di Rebrov.
Sicuramente la partita andava chiusa prima per poter poi gestire il gioco con maggiore tranquillità, ma a giochi fatti e partita conclusa le chiacchiere servono a poco, ciò che importava era portare a casa il risultato e questa squadra ci è riuscita.
Ci sarà sicuramente da migliorare nella gestione della gara e soprattutto nella finalizzazione dell’azione; ieri in campo, finalmente, si è rivisto Pizarro e non è un caso che la squadra abbia ricominciato così, di punto in bianco, a giocare calcio.
Aperture, recuperi, lanci millimetrici e falli tattici presi a centrocampo, ragazzi sarà un problema quando questo non ci sarà più, seriamente. La nuova coppia Pradè-Angeloni dovrà essere brava a scovare un giocatore con le sue caratteristiche, l’ideale sarebbe clonarlo, uno così serve come il pane a questa squadra.
Lasciamo quindi da parte le polemiche almeno per oggi, godiamoci quest’impresa e aspettiamo speranzosi buone nuove dall’urna di Nyon.
Alle 13 di quest’oggi infatti ci sarà il sorteggio delle semifinali di Europa League, e che dio ce la mandi buona, veramente.
Fiorentina, Napoli e Siviglia pregeranno in arabo sperando di pescare il malcapitato Dnipro, così da avere buone possibilità di approdare in finale a Varsavia; non è scontato il passaggio nemmeno in quel caso, ma di certo l’approccio alla gara sarà senza dubbio più agevole per tutto l’ambiente.
Levato il Dnipro (terzo nel campionato ucraino, che pare essere un torneo mediocre visto il livello della Dinamo), le altre due sono squadre tecnicamente di alto livello.
Il Napoli lo conosciamo bene mentre il Siviglia gioca un calcio veloce, molto tecnico, è una squadraccia insidiosa e ostica da affrontare. Vedremo, godiamoci intanto questo traguardo e speriamo in un sorteggio favorevole.
La Fiorentina se la può giocare alla pari con tutte, tecnicamente e a livello di organico non ha nulla da invidiare a nessuno.
Il traguardo è ad un passo, manca solo un ultimo sforzo e poi potrà essere Varsavia. Arrivati a questo punto sognare l’impresa non costa nulla, mancano due partite da affrontare al 100% sia fisicamente che, soprattutto, mentalmente.
Adesso festeggiamo e crediamoci, perché il sogno non è ancora finito; Montella punterà tutto sulla coppa visto che ormai il campionato non può regalare più del quinto posto. Domenica arriva il Cagliari a Firenze e poi tutti a Torino con la Juventus.
Manca poco alla fine della stagione e la Fiorentina può concludere quest’annata da assoluta protagonista.

Commenti

Edoardo Baracco

Nato a Fiesole, studio, si fa per dire, scienze della comunicazione. Vivo il calcio quasi come fosse una religione e ho una grande passione per la cucina. Nel tempo libero studio batteria, coltivando un piccolo sogno che è quello della Musica.

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE