Fiorentina-Juventus: un pareggio giusto che sembra una vittoria

Fiorentina-Juventus, Toc Toc Firenze

Fiorentina-Juventus: come ricordavamo in precedenza il bonus extra la Fiorentina se l’era già giocato, con un risultato insperato, la scorsa stagione qui al Franchi, ma questo pareggio a Montella e compagnia vale oro.
In fin dei conti è il risultato più giusto perché nell’arco dei novanta minuti non si è visto, ne da una parte ne dall’altra, un giocatore in grado di spaccare la partita con una giocata individuale o con un’invenzione da eroe di giornata.
La Juventus, come sempre, si è dimostrata squadra solida e abile nel recuperare palloni per poi trasformarli in potenziali occasioni favorevoli, ma la Fiorentina è stata altrettanto brava ad arginare le avanzate bianconere con un ottimo filtro a centrocampo da parte di Pizarro (migliore in campo per noi) e Mati Fernandez. Si è poi rivisto, finalmente, il Gonzalo che tutti conoscevamo: solido, deciso e ignorante quanto basta.
Insomma nel complesso è stata una partita piacevole e ben giocata da entrambe le parti e ciò che salta più all’occhio è che questa Fiorentina, dopo un avvio non esattamente esaltante, è sempre più in costante crescita.
Serviva di fatti un risultato positivo ai viola per non interrompere un rullino di marcia da 9 punti nelle precedenti tre partite (contando l’Europa League), l’obbiettivo è stato raggiunto e adesso serve l’ultimo sforzo per centrare un bel filotto di vittorie con squadre abbondantemente alla portata come Cesena, Empoli, Parma, Palermo e Chievo.
Queste partite ci diranno se veramente questa squadra può essere in grado di lottare prepotentemente per il terzo posto, tutto passa da li.
Contro i bianconeri gli undici di Montella hanno fatto vedere che in quanto a gioco e a mentalità possono stare anche loro di diritto tra le quattro di testa, resta da vedere nel pratico se veramente la reale ambizione di questa squadra può essere il terzo posto.
La partita Fiorentina-Juventus si sa che fa storia a sé nel campionato e le motivazioni sono sempre altre rispetto ad una qualsiasi altra partita, adesso però c’è da guardare avanti, e all’orizzonte il futuro non può essere che roseo per questa squadra.
Anche per quest’anno la Juve è andata, non ci resta che riporre i nostri sogni nel cassetto e ritirarli fuori il prossimo anno con lo stesso entusiasmo e la stessa voglia di vincere di sempre, certo c’è sempre il ritorno a Torino, ma quelle sono altre aspettative e si sa da subito che in terra piemontese le possibilità di impresa si riducono notevolmente.
Ora testa avanti, ormai è passato e questa Fiorentina deve far veramente vedere che c’è e che di diritto può ambire anche lei al tanto ambito terzo posto. La stagione passa sostanzialmente da questo filone di partite, serve continuità e coesione da parte di tutti, l’obbiettivo è alla portata di una squadra che ha saputo rialzarsi a testa altissima dopo un momento di profonda crisi d’identità; adesso che la filosofia di gioco è tornata servono punti, punti e ancora punti.
La Fiorentina aveva bisogno di Firenze e Firenze ha risposto presente, ora tocca a voi farci sognare.

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE