Fiorentina – Juventus: la nostra sfida.

fiorentina, toc toc firenze

Per noi tifosi viola, non che contagiati da violitudinela sfida con la Juventus non sarà mai una sfida come tutte le altre.

Vuoi per Avellino, vuoi per lo scudetto dell’82 fregato all’ultima giornata a Catanzaro o vuoi per lo scippo di Baggio questa partita sarà sempre più sentita di qualsiasi altra, anche perché è la lotta infinita tra il bene e il male.
Ieri sera poteva essere scritta una pagina indelebile nella storia del nostro club ma così purtroppo non è stato.

fiorentina, toc toc firenze

C’era tanta euforia in città, la gente era ottimista ma la partita di ieri era tutt’altro che facile, si il punteggio dell’andata ci favoriva leggermente ma davanti avevamo comunque la squadra più forte del campionato per quanto ci possa stare antipatica.

La Fiorentina ha interpretato la gara alla perfezione giocando a mio avviso una delle più belle partite della gestione Montella, sono partiti subito a pressare alto fin dal primo minuto per non dare il tempo di ragionare all’avversario, complice del gioco non brillante della Juve è anche il campo eccessivamente irrigato per favorire il gioco spumeggiante dei viola.

Il primo tempo

Il pressing da i suoi frutti subito al 4º minuto quando Gomez si invola in area e per poco non gonfia la rete con un sinistro un po’ strozzato di poco a lato, nella seconda metà del primo tempo anche Pizarro ha un ottima opportunità per segnare da fuori ma il tiro esce veramente di niente alla destra di Buffon.
L’occasione più ghiotta della partita però capita sul destro di Ilicic che avendo tutto lo specchio libero arrivato al limite dell’area spara inspiegabilmente la palla alta per quelli a metà ferrovia.
La Juve nel primo tempo si affaccia un paio di volte in avanti senza però creare grossi pericoli a Neto.

Il secondo tempo

Nel secondo tempo la partita è la stessa fino al 69º minuto quando Gonzalo è costretto ad atterrare Llorente al limite prendendo così il secondo giallo e di fatto il rosso. Esce dal campo in lacrime guardando la curva quasi a dire ho fatto tutto ma non è bastato, sul pallone manco a dirlo ci va Andrea Pirlo che senza pensarci due volte schianta la palla all’incrocio dei pali, tiro semplicemente imparabile.

fiorentina, toc toc firenze
La Fiorentina da quel punto appare stanca anche perché gioca in 10 e ha pressato in modo asfissiante la Juventus per 70 minuti, è andata così, alla fine la partita l’ha decisa un fuoriclasse non che un patrimonio del calcio mondiale, peccato che giochi nella Juve.

Il Commento del tifoso Viola

Sono comunque molto contento del cuore e del carattere che ha avuto la squadra ieri sera, il mio augurio è si continui su questa strada senza troppi cali mentali perché la stagione potrebbe riservare ancora molte sorprese.

 

Fotografie: pietrovultaggiosisisandronealberto_1_

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE