Fiorentina – Milan: fine di un sogno

fiorentina, toc toc firenze

Il Milan l’anno scorso e il Milan quest’anno, stessa squadra, stessa sentenza: la fine di un sogno.

Sconfitta netta quella di ieri sera, mai in discussione con una Fiorentina che è apparsa stanca e prevedibile in ogni zona del campo. Questa squadra ha giocato più partite di tutti in stagione e tutto questo la penalizza quando si arriva alle ultime dieci gare dell’anno.

Una Fiorentina stanca e prevedibile

I giocatori sono apparsi stanchi e poco lucidi, lo si capisce quando Borja sbaglia i suoi primi due lanci e quando Gonzalo sbaglia dei banali passaggi corti, e si è sentita anche molto l’assenza di Pizarro in fase di impostazione dove la Fiorentina appariva prevedibile.

fiorentina, toc toc firenze
La rincorsa alla Champions però è stata bella, certamente ci sono stati torti arbitrali e noi abbiamo buttato via molti punti per strada, ma la squadra è sempre stata brava a rialzarsi e a reagire nel modo giusto, vedo in oltre un grosso margine di miglioramento se pensiamo che abbiamo la coppia d’attacco titolare in tribuna (e che coppia) e un allenatore giovanissimo in panchina.

All’indomani della partita contro il Milan

C’è molta rabbia per l’occasione buttata, certo se Matri avesse messo dentro quel rigore di testa a porta vuota a quest’ora forse stavamo a festeggiare, ma alla fine ci stiamo facendo l’ abitudine.
La stagione però non è ancora finita, domenica c’è la Sampdoria a Genova e i tre punti sono fondamentali per consolidare il quarto posto senza poi dimenticarci che il 3 maggio affronteremo il Napoli a Roma nella finale di Coppa Italia.
In fin dei conti al termine della stagione potremmo alzare un trofeo che a Firenze manca dal 2001 e sarebbe il primo dell’era Della Valle.

Quindi forza e coraggio che magari se iniziamo a vincere ci viene voglia!

Credits: niciviolariccardopicchianti

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE