Fiorentina-Roma: pareggio scomodo, all’Olimpico sarà una battaglia

Fiorentina-Cesena, Toc Toc Firenze

Fiorentina-Roma
Sarà una partita da affrontare a viso aperto quella che la Fiorentina si appresterà a disputare giovedì prossimo all’Olimpico.
Il risultato del Franchi avvantaggia la Roma, per via del gol segnato in trasferta, ma restano ancora novanta minuti da giocare e tutto è ancora da scrivere.
C’è grande rammarico per il gol preso nel finale, anche se da annullare vista la spinta plateale ai danni di Alonso.
L’arbitro in parte ha condizionato e non poco l’andamento della gara, ma la Fiorentina non può attaccarsi a queste cose, la squadra deve ancora migliorare molto sotto l’aspetto della gestione della partita.
Montella in situazioni come queste deve rischiare di più; partite come questa, dove, appare per il gol del pareggio, sono stati i viola a fare da padroni alla gara, il discorso qualificazione va chiuso subito, senza troppe chiacchiere.
Il rammarico è tanto perché questa Roma non è neanche minimamente paragonabile a quella vista nella prima parte di campionato. Sono la brutta copia della brutta copia, una squadra spenta, in piena crisi d’identità ed è proprio per questo che il pari di ieri sera brucia a dismisura.
Il gol in trasferta li tiene in vita, ci tiene speranzosi, quella speranza che potrebbe far tornare Garcia e compagnia sulla retta via, ma questo non deve succedere.

La situazione è rimediabile

Come al solito qualche giocatore si è acciaccato lungo il cammino (vedi Pizarro), ormai la piaga infortuni non ci spaventa vista l’abitudine, ma al tempo stesso sembra essersi ritrovato un giocatore che aveva un po chiuso con la piazza: Josip Ilicic. Potrebbe essere lui l’arma in più per la volata finale: oggi ha siglato un gran gol e non ha sfigurato nel duo accanto a Salah.
Ci sarà bisogno della miglior Fiorentina possibile giovedì prossimo, per agguantare una vittoria che vorrebbe dire rilancio per i viola e crisi per i giallorossi.
Non è andata benissimo, ma poteva andare anche molto peggio.
Montella adesso dovrà dosare al meglio le energie fisiche e mentali dei propri giocatori, perché lunedì sera arriva il Milan al Franchi ed è fondamentale mantenere la concentrazione senza farsi distrarre dal match di Europa League.
Un turnover sostanzioso potrebbe essere auspicabile, la rosa attualmente è abbastanza ampia e il doppio impegno, se gestito al meglio, non dovrebbe rappresentare un insidia.
I tanti match ravvicinati portano anche a questi cali nervosi e fisici normali e naturali, la Fiorentina, se vuol continuare a competere a questi livelli, deve iniziare ad abituarsi.
La rosa ampia è stata allestita apposta per sopperire alle tante partite consentendo a Montella di far rifiatare chi ne ha bisogno.
Quindi adesso calma e concentrazione, le romane ci hanno un attimo tirato due schiaffoni ma nulla è perduto, siamo ancora in corsa su tre fronti e abbiamo le carte in regola per giocarci alla grande le nostre possibilità.
Lunedì servono tre punti, poi a Roma sarà lotta vera. L’importante è pensare una partita alla volta.
Vincere aiuta a vincere, la Fiorentina c’è, basta tornare ad assaporare il gusto della vittoria.

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE