Fiorentina-Udinese: il bel calcio è tornato, adesso rincorsa al terzo posto!

Fiorentina-Atalanta, Toc Toc Firenze

Fiorentina-Udinese:
Eccola qui, la Fiorentina.
È tornata, finalmente, la squadra che tutti noi conosciamo (almeno da due anni a questa parte).
Una squadra bella e creativa che per una volta tanto in questo campionato, finalmente, è stata capace di mandare più volte palloni giocabili a servizio della punta, e che punta.
Il Baba (come lo si chiama in riva d’arno) è stato autore di una partita da standing ovation: tanta corsa, tante sportellate, tanto sacrificio ma soprattutto tanta tantissima voglia di fare, di esserci e di far vedere che lui c’è e che di lui ci si può fidare.
Il primo gol è l’esempio classico del rapinatore d’aria di rigore, sfruttare l’errore e purgare l’avversario in maniera fredda e cinica, il secondo beh… chapeau, nulla da aggiungere.
Grandissima palla di Cuadrado, ma il suo stop è roba da grandissimo giocatore, insomma le carte ormai si sono viste, ha la stoffa del grande giocatore e lo sta dimostrando giornata dopo giornata diventando sempre di più un valore aggiunto di questa Fiorentina.
Questa vittoria serviva anche per ritrovare il morale un po’ svanito dopo la pessima trasferta milanese, adesso il gioco sembra essere tornato quello di una volta con un po’ più di concretezza e creatività, o almeno così pare ecco.
Morale e gioco che sembra in oltre aver ritrovato anche il nostro madridista acquisito, il dottor Borja Valero.
Non che avessimo mai perso le speranze sia chiaro, più e più volte noi avevamo ribadito come il nostro todocampista potesse tornare, anche grazie alla cura Montella, quello di un tempo, e pian piano sta tornando, la partita ed il gol di ieri ne sono un esempio lampante.
Belli quindi, bravi tutti, Borja sta tornando, Gomez pure, Baba segna e la vittoria è tornata in un momento che meglio non si poteva, all’appello mancano solo le magie spacca partite della vespa Cuadrado, ma tornerà pure lui.
Adesso la zona Champions, visti anche i risultati delle avversarie, è a soli tre punti e Domenica si va a Genova contro la Samp, reduce da un’amara sconfitta contro l’Inter.
I blucerchiati sono senza dubbio una delle squadre più in forma del campionato, l’avversario non è affatto da sottovalutare e a questa Fiorentina servono i tre punti per poter sperare in un eventuale aggancio del gruppo Champions.
Ora serve calma e concentrazione per centrare un filotto di partite veramente tosto che terminerà il 5 Dicembre con la Juventus al Franchi.
Se la Fiorentina si dimostrerà all’altezza allora si che potremmo iniziare a fare ragionamenti in ottica Europa (che conta), ma fino a quel punto i piedi dovranno rimanere ben saldi a terra per affrontare al massimo tutti gli impegni che si presenteranno in questo mese, e sono tanti.
Quindi Ferrero, noi l’anello al dito ce l’abbiamo e se si va in Champions ce la portiamo noi la D’Amico ad Ostia Lido… ovviamente col mosquito!

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE