Firenze can I paint it?: il Rinascimento è morto, viva la street art

Venerdì 23 ottobre si è tenuta Firenze can I paint it?, serata dedicata all’urban art a tutto tondo.

Per la prima volta in tanti anni si sono incontrati street artists e istituzioni allo stesso tavolo per parlare di arte e di quale sarà il suo futuro a Firenze. Ma sopratutto lo hanno fatto davanti a 400 persone, interessatissime all’argomento nel chiostro di ZAP – Zona Aromatica Protetta.

Si è parlato del regolamento della street art su cui sta lavorando il Comune di Firenze, di come gli artisti possano interagire con la città attraverso il loro linguaggio, dei piani per i giovani fiorentini e molto altro. Ma sopratutto a parlarne a chi di dovere non è stato un misterioso mediatore ma i diretti interessati come Stelleconfuse con l’assessore Vannucci del Comune di Firenze, Cosimo Guccione, consigliere comunale e lo staff dell’Informagiovani di Firenze.

12189865_838735829573977_1466622487377268340_n

Mostra, live painting e caccia al tesoro

Firenze can I paint it? non è stata solo una serata per chiacchierare e stare insieme ma con Renaissance is over è stata organizzata una mostra sulla street art dove hanno partecipato Clet, MEP – Movimento per l’Emancipazione della Poesia, Moradi, Exit/Enter, Blub, Guerrilla Spam, Hopnn, Stelleconfuse, 5074, Freno per sciacalli, Bue, Ninjaz, Mr.G., RMO e Fone. La mostra è visitabile fino al 6 novembre da ZAP – Zona Aromatica Protetta.
Poi siamo stati accompagnati da un bellissimo live painting per tutta la sera, in collaborazione con 400DROPS. Infine Jamesboy ed Exit/Enter hanno organizzato una caccia al tesoro con le loro opere nascoste per i vicoli fiorentini. Chi riesce a rintracciarle se le può tenere!

10537028_838735912907302_104573409243394702_n

La nostra inchiesta

Come accennavamo prima Firenze can I paint it? è figlia di un lungo percorso con la collaborazione de l’Estate Fiorentina 2015, che ha avuto come iniziativa principe un’inchiesta editoriale sulla street art, dove abbiamo voluto analizzare il rapport tra artista, città e istituzione.
Questo ebook gratuito è stato presentato venerdì 23 e adesso è scaricabile gratuitamente sul nostro sito!

La morale è sempre quella

12047176_838736136240613_1437735179463181837_n

Noi speriamo che questo evento possa diventare un incontro annuale sempre più grande, come Toc toc Firenze siamo stati organizzatori ma sopratutto dei connettori di un mondo a cui ci siamo avvicinati come dei profani, almeno inizialmente. Quello che abbiamo visto e coloro con cui abbiamo parlato ci sono piaciuti da morire e abbiamo cercato di presentarli a tutta la città, ma più che presentare le loro opere, che non hanno di certo bisogno della nostra pubblicità, abbiamo voluto presentare le loro parole, il loro pensiero e le loro idee. Adesso spetta a chi di dovere trovare per questi pensieri e queste idee gli spazi e i modi giusti, così che non si perda una parte della nostra cultura artistica.
Perché possiamo dire che Firenze non è solo Rinascimento, è anche street art.

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE