Firenze can i paint it? L’incontenibile forza della Street Art

firenze can i paint it, toc toc firenze

Sarà una grande serata dedicata al mondo dell’arte urbana quella in programma, venerdì 23, presso Zap. La Street Art infatti, è la protagonista dell’evento, organizzato dalla redazione di Toc Toc, Firenze can i paint it?

Il dilemma su cosa possa essere considerato arte e cosa invece no, risale ormai alla notte dei tempi. Da sempre infatti, numerosi esperti o presunti tali, si scontrano sul concetto, spesso poco definito, di opera d’arte. Arte classica, arte moderna, arte contemporanea, le categorie sono numerosissime. Ma c’è una forma d’arte che, letteralmente, se ne frega di tutte queste definizioni, che non accetta di essere rinchiusa in categorie o schemi. Si tratta della Street Artarte urbana.

street art, toc toc firenze

Un’arte molto controversa

Graffiti, tag, stiker, tutto questo e molto di più è la Street Art, una forma d’arte originale e controversa, da sempre al centro di numerose discussioni. Proprio a questo mondo tutto da scoprire è dedicato l’appuntamento di Firenze can i paint it? L’evento, in programma venerdì 23 ottobre dalle ore 18 all’interno di Zap (Zona Aromatica Protetta), vuole essere un tentativo di far avvicinare il grande pubblico alla Street Art, facendo luce sui tanti luoghi comuni che girano intorno a questo universo.

La mostra

Il progetto si divide in tre parti distinte. La prima consiste in una mostra interamente dedicata agli artisti fiorentini, o che lavorano da anni a Firenze. L’esposizione, curata dall’artista Jamesboy, rimarrà aperta fino al 6 novembre e conterrà le opere di numerosi street artist, tra cui Clet, con i suoi celebri cartelli stradali, Sedicente Moradi, con le sue sculture realizzate in legno, Stelleconfuse, uno dei più importanti rappresentanti della stiker art e molti altri ancora.

street art, toc toc firenze

Live painting

Momento clou dell’appuntamento, sarà sicuramente la realizzazione di un live painting delle vetrate all’interno della suggestiva cornice di Zap. La performance sarà effettuata dagli artisti di 400 Drops, collettivo di street artist che ha svolto un ruolo fondamentale nella realizzazione del progetto assieme a Jamesboy. Inoltre, anche i ragazzi del M.E.P. (Movimento per l’emancipazione della poesia), forniranno il proprio contributo con le loro poesie sparse per tutta la sala.

L’inchiesta

Florence can i paint it? si sviluppa parallelamente ad un lavoro di inchiesta sul panorama della Street Art fiorentina. Una serie di brevi interviste, incentrate soprattutto sul difficile rapporto che si viene a creare tra l’artista, la città e le istituzioni. Un lavoro molto originale, grazie al quale i numerosi street artist intervistati espongono le proprie idee, esperienze e proposte per sviluppare sempre di più questo movimento. L’inchiesta, che verrà raccolta in un e book, sarà presentata all’inizio dell’evento e si avvarrà anche della collaborazione dello storico d’arte francese, ma da anni residente a Firenze, Yan Blusseau.

street art, toc toc firenze

Florence can i paint it? rientra nel progetto del Comune di Firenze, Estate fiorentina 2015 ed è aperto a tutti gli amanti dell’arte ma, anche e soprattutto, a chi per la prima volta vuole avvicinarsi a questo mondo così particolare. La presentazione dell’inchiesta e quella della mostra, saranno poi seguite da un aperitivo presso la caffetteria di Zap, Quinoa e da una suggestiva Dj set che accompagnerà gli spettatori durante la visita.

 

credits: Clet, MEP, 5074

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE