Guida alla scelta della facoltà

facoltà, toc toc firenze

La scelta della facoltà rappresenta un punto spesso cruciale nel nostro percorso scolastico e, a meno di non nascere con una vocazione particolare, non è facilissima da prendere.

La maggior parte delle volte ci si trova a dover scegliere fra due, o poco più, facoltà, oppure a non sapere proprio dove andare a parare. Vediamo quindi, seguendo il buon senso, quali potrebbero essere i “criteri” giusti per fare la vostra scelta.

Un’attenta valutazione

Capire i propri interessi e le proprie capacità: questo primo punto, anche se ovvio, è il più difficile e che, se risolto, dovrebbe portare subito ad una conclusione. Se avete individuato cosa vi interessa, finite pure qui la vostra ricerca; se non lo avete capito, provate a concentrarvi su cosa vi riesce meglio, quali sono le materie che più vi si addicono. Questo soprattutto per permettervi di riuscire a sfruttare al meglio le vostre capacità e non trascinarvi per tre anni sperando nel miracolo.

Dovere di informazione: andate a tutti gli openday dell’università, chiedete informazioni a insegnanti, ragazzi che già frequentano la facoltà; saranno in grado di descrivervi al meglio quello che studiano, cosa che di solito risulta essere spesso nebulosa. Dovreste riuscire a capire, prima di iniziare, quali sono le materie principali che seguirete nel vostro percorso di studi. Se non ci si rende conto che a ingegneria i primi tre anni sono di matematica e fisica, forse abbiamo un problema.

Valutare le conseguenze di una scelta: non per adottare un tono parentale, ma qualsiasi scelta ha una conseguenza. Se anche avete una preferenza per un particolare indirizzo, cercate di capire dove potrebbe portarvi nel mondo del lavoro. Per esempio, considerate la probabilità di dover viaggiare per lavoro, trasferirvi, oppure ancora se sarà un lavoro all’aria aperta o in ufficio; ed ancor prima, considerate se il corso che avete scelto vi obbligherebbe anche solo per studio a cambiare città.

facoltà, toc toc firenze

Non avere paura di sbagliare scelta

Chiedere consiglio: ma solo alle persone fidate! Il modulario da compilare dato al vicino di casa non vale, chiedete solo a chi vi conosce di più e può avere un parere neutro. In questo caso valgono i genitori, a meno che non vi vogliano spingere per forza a fare il medico quando a voi piace l’archeologia. L’importante rimane non rendersi succubi dell’influenza di qualcuno.

Niente paura: sbagliare si può, e cambiare idea ancora di più. Quindi non temete la fine del mondo, e nel caso vi accorgiate che quella scelta non era quella più giusta, cambiate facoltà! Ed inoltre, se qualcosa vi piace, non fatevi spaventare da gufi malvagi che dicono che quel corso è difficilissimo-impossibile-mangianovivi, abbiate fiducia in quello che potete fare.

Detto questo, buona fortuna a tutti! E, se il vostro sogno è di entrare in una facoltà a numero chiuso, buono studio!

credits: Logo Unifi, Università

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE