I mille volti del Teatro Puccini di Firenze

teatro puccini di firenze, toc toc firenze

Un teatro di periferia, ai confini del parco delle Cascine, può rivelarsi luogo affascinante e ricco di storia. Edificato tra l’omonima piazza e il letto del Mugnone, il Teatro Puccini di Firenze svolse nel corso della sua storia anche l’attività di cinematografo e fu persino scenario di scontri tra partigiani e soldati tedeschi.

 

Salendo le gradinate esterne  del teatro Puccini di Firenze,ci troviamo davanti ad un grande bassorilievo, posto proprio al centro tra le due porte d’ingresso, che offre agli occhi di chi guarda un indizio prezioso sull’origine stessa del teatro. Quelle immagini raffiguranti momenti di svago dopolavoristico riportano indietro nel tempo, agli anni della guerra e del fascismo, quando il teatro fu costruito, appendice dell’immensa Manifattura Tabacchi.

Un punto di riferimento

La Manifattura Tabacchi era una vera e propria città nella città, fortemente voluta negli anni Trenta dal Monopolio di Stato per ospitare sia le fabbriche di sigari e sigarette che gli edifici per gli operai. Al suo interno c’erano uffici, alloggi, refettori, cucine e persino un ambulatorio e un asilo nido per i bimbi delle operaie. Per non parlare poi dell’area destinata alla ricreazione, che prevedeva numerose sale e pure un impianto sportivo. E un teatro, naturalmente.

Il Teatro Puccini di Firenze era appunto il cuore del dopolavoro di allora: una sala dove gli operai potevano godere di spettacoli amatoriali e non. Quando la Manifattura chiuse definitivamente i battenti nel 2001, il teatro rimase invece attivo. La sala infatti era cresciuta sempre di più, diventando col passare degli anni un vero e proprio punto di riferimento per gli spettatori fiorentini e poi addirittura un cinema a partire dagli anni ’60. Per poi tornare a svolgere la sua consueta attività teatrale. Nel corso della sua storia ospitò celebri compagnie e incontri di boxe, fu trasformata in sala da ballo e postazione partigiana.

teatro puccini di firenze, toc toc firenze

 

Lotta partigiana

Proprio così! Come riporta una targa posta nella piazza, durante la guerra il teatro Puccini di Firenze fu teatro (reale, questa volta!) di lotte partigiane. Noto in particolare uno scontro tra un gruppo di partigiani che si erano appostati sul tetto del teatro e un manipolo di soldati tedeschi nell’estate del 1944. La cosa non deve stupire: in effetti, il Mugnone era fronte di guerra.

Adesso di quella che era la Manifattura non rimangono che gli spazi vuoti di una città fantasma e la torretta del teatro a forma di fascio littorio (del tutto simile alla Torre di Maratona dello Stadio Franchi) a ricordarci il contesto in cui l’edifico fu costruito.

E se dagli anni Novanta la sala non svolge più la funzione di cinema ma solo quella di teatro, le serate di Ecce Pizze, organizzate da Studenti di Sinistra con il contributo dell’Università degli Studi di Firenze, sono riuscite per diversi anni a portare di nuovo il cinema nel teatro Puccini di Firenze.

 

credits: teatro Puccini, cinema Puccini

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE