Il più antico liquore fiorentino

Cenni storici

Alchermes: Si tratta del più antico liquore fiorentino, prodotto fin dal 1500 dai frati di Santa Maria Novella, ed era molto apprezzato dalla famiglia Medici che lo definirono “elisir di lunga vita“, dato che era stato inventato a scopo medicinale.

La vera origine di questo liquore proviene dalla penisola Arabica, dove veniva prodotto e successivamente colorato con l’utilizzo di un estratto di piccoli insetti della famiglia delle rosse Cocciniglie.

Con l’invasione araba della Spagna, anche l’Alchermes arrivò in Europa e conseguentemente anche in Italia.
A Firenze i frati dei conventi avevano l’opportunità di produrre su vasta scala i prodotti a base alcolica che erano per la maggior parte dei casi utilizzati come medicinali naturali.

Produzione

La principale produzione di Alchermes a Firenze era nel convento di Santa Maria Novella, dove i frati custodivano gelosamente la ricetta originale.

Leggenda narra che i senesi, acerrimi nemici dei fiorentini, riuscirono ad appropriarsi della ricetta e della lista degli ingredienti, facendo così diffondere la produzione di questo liquore in tutta Europa.

Era conosciuto come il “liquore dei Medici“, da quando si diffuse in Francia, per merito di Caterina de’ Medici.

L’Alchermes è composto dal alcol puro, zucchero, acqua, cocciniglia, scorza di arancia, acqua di rose, cannella, chiodi di garofano, vaniglia, cardamomo e fiori di anice.
E’ un gradevolissimo dolce liquore, la cui gradazione alcolica si aggira tra i ventuno e i trentadue gradi.

Il prodotto originale nato nella storica Officina Farmaceutica di Santa Maria Novella era tarato sulla ricetta formulata nel 1743 da Fra’ Cosimo Bucelli, all’epoca direttore dell’Officina stessa.

 

Utilizzo

L’Alchermes è stato riconosciuto come prodotto tradizionale della regione Toscana e non solo viene usato come liquore da dessert, ma svolge un ruolo fondamentale per la preparazione di molti altri dolci: disciolto in uno sciroppo di acqua e zucchero, prende il nome di “bagna all’alchermes” che viene usata per inzuppare lo strato di pan di Spagna che andrà a formare la classica “zuppa inglese“, oppure altri tipi di dolci come le “pesche di Prato“.

Credits: www.twadl.com www.smnovella.it

 

La cucina toscana è piena di segreti e trucchi, scoprili tutti con Gnam gnam Firenze!

  • Ambizioso ed eclettico cuoco, nato nella città più bella del mondo nel marzo 1993. Chef libero professionista, Personal Chef ed amante della cucina creativa.

Potrebbe interessarti anche

Il dolce nettare del Casentino: Il miele

Localizzazione del miele Casentinese La nostra terra Toscana, non solo è famosa e produttiva ...

piercing a firenze

Piercing a Firenze? Maria De Medici ne aveva un paio

Dalla preistoria ai piercing a Firenze, la moda che non passa mai Le origini ...

  • Commenti