La notte dei ricercatori tra scienza e divertimento

notte dei ricercatori

La notte dei ricercatori è l’evento europeo che celebra la ricerca in Europa.

Quest’anno Bright, la notte dei ricercatori, avrà luogo il prossimo 26 settembre in circa 300 città europee e limitrofe all’euro-zona. Firenze ha già messo in campo un programma ricco di attività e di iniziative, per dare meritato risalto alla ricerca targata UniFi.

Di cosa si tratta?

Nel tragitto che unisce via La Pira e Piazza delle Belle Arti, passando per il Museo di Storia Naturale dell’Università fiorentina, attraverso il “Giardino dei Semplici”, la biblioteca di Botanica, la sede del Rettorato, l’Accademia delle Belle Arti e il conservatorio Cherubini, ricerca e alta formazione si fonderanno dando luogo alla “via del sapere”.

La via in questione sarà ricca di laboratori, attività ed esposizioni. Vediamo cosa c’è in serbo per questa nona edizione della notte dei ricercatori!

notte dei ricercatori

Nel pomeriggio, dalle 17.30 in poi

Nel cortile del Rettorato in Piazza San Marco, saranno presenti stand di laboratori, mentre al Museo di Storia Naturale si potrà assistere a visite guidate delle sezioni di Geologia e Paleontologia e di Mineralogia e Litologia del Museo di Storia Naturale oltre a attività ludico-didattiche previste per i più piccini.

Nel meraviglioso loggiato dell’Accademia, nella vicina via Ricasoli 66, ci saranno invece laboratori, video, istallazioni e performance artistiche. Al Conservatorio Cherubini, letture, musica, tesori arte e scienza faranno da sfondo a Piazza delle Belle Arti.

Al volgere della sera, dalle 18.30, aperitivo e talk show

Potrai intrattenerti con il canto lirico tra tradizione e innovazione, dal Don Giovanni alle Nozze di Figaro, nella meravigliosa atmosfera della Sala del Buonumore del Conservatorio in Piazza delle Belle Arti.

Nel cortile del rettorato si potrà intrattenere la pancia con un aperitivo alla fine del quale, interverranno il Presidente Rossi, il sindaco Nardella e il rettore Tesi nell’aula magna del rettorato stesso, per una talk show intitolato “Chi ricerca, trova.”

Saranno presenti anche Luciano Modica, Presidente dell’Accademia, Flora Gagliardi, direttrice del Conservatorio, Simone Bettini, presidente di Confindustria di Firenze e Paolo Barberis, Amministratore delegato di Nana Bianca, nonché consigliere dell’innovazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

La notte dei ricercatori non finisce qui!

Quest’anno noi di Toc Toc Firenze seguiremo da vicino la notte dei ricercatori e daremo voce agli “addetti ai lavori“.

Conosceremo le esperienze di docenti e ricercatori fiorentini che sono anche l’anima delle iniziative previste per Bright, puntando la lente sul loro lavoro svolto sul campo.

E lo faremo a partire dal docente e ricercatore Guido Bastianini, professore ordinario di Papirologia al Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Firenze, nonché direttore dell’istituto di Papirologia, Vitelli e a seguire Pilario Costagliola, professore associato presso la Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche, che ci parlerà dell’insolito ma indispensabile legame tra Mineralogia, la protezione dei beni culturali e l’impatto ambientale.

Per maggiori informazioni sulle tante iniziative in programma, clicca qui!

Credits: Bright-Notte dei ricercatori 2014, wikimedia

 

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE