Da Leonardo della Bettola degli strumenti musicali, nel nome del bicchiere, dello spirito e della fantasia.

Questa è la rubrica “Nel nome del Bicchiere, dello Spirito e della Fantasia” è nata per avvicinare due mondi sempre molto vicini ma quasi mai in contatto, sempre separati da un bancone. Curiosità e risposte a domande che avreste sempre voluto chiedere a chi vi allieta le serate e vi fa svegliare la mattina con grandi mal di testa, persone che non vi ricordate il nome, vestiti ancora addosso e così via.

E te cosa vorresti chiedere al tuo barista?

Nome e provenienza?

Leonardo De Santis, Prato.

Professione? Cosa ti ha avvicinato a questo mondo?

Barman/gestore del locale, mi ha avvicinato il piacere distare a contatto con il pubblico e lo sapevo visto che già lavoravo come parrucchiere.

bettola degli strumenti musicali, toc toc firenze

Dove lavori e da quanto sei là?

Lavoro alla bettola degli strumenti musicali un locale ricavato da un vecchio box office accanto al teatro Verdi, in via Ghibellina e sono qui da un mese da quando ho aperto.

Il tuo lavoro in 3 parole.

Fantastico, Bellissimo, Eccezionale.

Perche a Firenze? mezzo di trasporto?

Perché dopo 20 anni passati in Veneto, sono voluto tornare a Firenze la città dove sono nato. Solo Harley, solo moto.

Il cliente che proprio non riesce a farsi amare?

Il logorroico del banco, che continua a parlare, parlare, parlare e non beve assolutamente un c***o.

Il cliente perfetto esiste?

Si assolutamente, sono io!

Quando cominci a capire che un cliente non ne ha proprio più?

Quando comincia a chiamarti: Bello, Amico, sei Fantastico…mi offri l’ultima?.. Ma sopratutto sono le 3.40 e te dovevi chiudere alle 2.00 .

Sogni una Firenze By night diversa?

Diversa no, è già bella così com’è, però sogno una Firenze con molta più complicità tra i locali e anche con il comune con i locali e gestori.

Perché si dice che i Barman trombano di più, è vero? e sesso a/e/o lavoro?

Perché trombano di più? Ma si dice, ma in realtà è più una leggenda metropolitana, però è vero che hanno più occasioni lavorando al pubblico. Poi si chiude tutti sbronzi e si va a casa a fà del “bene”.  Sesso a lavoro…è capitato non con dipendenti e colleghi.

Sogno nel bicchiere?

Che non finisca mai…nè il sogno ne il bicchiere.

3 cose che la gente non sa sul tuo lavoro?

Che è stressante, stanca molto e ti ruba troppo tempo.

Hai mai avuto un guru o ne hai uno?

Per quanto riguarda i vini un certo Katib Mohammed, chiamato Pietro, ha lavorato in champagneria a Rialto a Venezia, mi ha insegnato tutto su vini e bollicine. Per quanto riguarda i cocktail non ho mai avuto un guro ho sempre guardato tutti, ma ho fatto come piaceva e preferivo io.

Ammettilo che cosa non puoi piu bere a causa di una sbornia gigante?

Jack Daniels, non ce la faccio neanche a servirlo da quando avevo 18 anni…ero all’Ali Babà a Limone del Garda, una discoteca spersa nella provincia Bresciana, ho sfidato il barista a bere una bottiglia intera da solo. Mi hanno ritrovato i carabinieri a fare l’ autostop sulla strada che porta a Riva del Garda.

toc toc leo

Se dico Shot?

Dico SHABAN, e bevo solo whiskey e solo Tullamore Dew.

Drink raccomandato?

Moskow mule a modo mio. vodka, pestato di radice di ginger, fette di cetriolo e scorza, lime e soda al limone.

 

 

 

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE