Da Sandro Pertini a Margherita Hack: i laureati famosi dell’Unifi

margherita hack, toc toc firenze

Fondata nel 1321, l’Università di Firenze è uno dei maggiori atenei italiani con i suoi circa 50.000 studenti, ma la storia dell’ateneo non sta solo nei numeri ma soprattutto, da chi le varie facoltà le ha frequentate.

Ma chi sono i laureati famosi di firenze?

Molti sono i nomi illustri che hanno occupato i banchi dell’Università fiorentina da studenti fino a diventare personaggi di spicco per l’intero Paese. Andiamone a scoprire alcuni.

Scienze Politiche Vs Giurisprudenza

Uno su tutti è sicuramente “Il Presidente più amato” Sandro Pertini, iscritto alla Cesare Alfieri per il conseguimento della seconda laurea in Scienze Politiche con una tesi dal titolo “La cooperazione” e votazione finale di 84/100 nel 1924. Nella stessa facoltà nel 1946 ha conseguito la pergamena un nome noto ai futuri scienziati politici di Novoli: Giovanni Sartori, prima studente e poi docente alla Cesare Alfieri, è uno dei maggiori politologi d’Italia.

Margherita hack, toc toc firenze

Una facoltà che merita di essere citata per lo splendore della propria Hall of Fame è Giurisprudenza. Indro Montanelli, originario di Fucecchio e sinonimo di giornalismo a livello internazionale, si laureò nel 1930 con una tesi critica sulla “Legge Acerbo”. Non contento di aver già onorato l’Università di Firenze, replica con il doppio titolo in Scienze Politiche due anni dopo.

E le altre facoltà? Abbiamo Margherita Hack!

Di nomi davvero importanti c’è l’imbarazzo della scelta. Sarà l’aria universitaria che si respira a Firenze o la freschezza culturale presente nella città, a rendere l’ateneo fiorentino uno “sforna talenti” ? Proviamo a tornare indietro nel tempo con la mente, fantastichiamo su come fossero le aule molti anni fa, i corridoi delle facoltà che oggi frequentiamo e i lunghi banchi sui quali prendiamo in maniera meticolosa appunti o schiacciamo un pisolino con altrettanta accuratezza.

margherita hack, toc toc firenze

Nel 1945 Margherita Hack si laureava in Fisica e Astrofisica, nel 1954 invece, per la gioia degli economisti, portava a termine il suo percorso di studi in Economia e Commercio Lamberto Dini, poi Presidente del Consiglio nel governo tecnico del 1995. Se andiamo ancora più indietro col tempo, scopriamo che all’interno dell’ospedale di Santa Maria Novella e poi nei corridoi della facoltà di medicina, muoveva i suoi passi nel 1812 Francesco Antommarchi, medico personale di Napoleone, e colui che assistette l’imperatore francese nel fatidico giorno del 5 maggio, compilando l’autopsia di “cancro allo stomaco” nell’isola di Sant’Elena.

Non solo Firenze

Ma non è solo la sede di Firenze ad aver avuto sotto la propria ala protettrice personaggi di un certo spessore: anche la rivale storica Pisa ha la sua parte. Due nomi su tutti. Enrico Fermi, uno dei più grandi scienziati di tutti i tempi compì i suoi studi proprio alla Normale di Pisa. Pietro Calamandrei, grande uomo di Stato, giurista e membro dell’Assemblea Costituente si laureò in Giurisprudenza.

Margherita hack, toc toc firenze

Straordinaria la tradizione dell’Università di Firenze, che continua a non perdere il vizio e annovera tra i più recenti “alunni modello” i forensi Matteo Renzi, ex sindaco della città e ora Presidente del Consiglio e Dario Nardella, suo successore a Palazzo Vecchio.

I dati di Almalaurea poi parlano chiaro. Firenze spicca in Italia come l’Università che vede i suoi laureati riuscire meglio di molti altri nella ricerca di un’occupazione.

Lo zio Sam dell’UniFi è dietro l’angolo: il prossimo potresti essere tu!

 

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE