Oltre il Palazzo: Ataf contro tutti

Bisognerà aspettare il Consiglio Comunale di domani (7 Giugno) per chiarire la posizione del Comune di Firenze per quanto riguarda l’aumento del biglietto elettronico, scattato dallo scorso 1 Luglio, da parte dell’Ataf, passando dal costo di 1,20 € ad 1,50€.

Un aumento del 25% che sembra aver lasciato l’amaro in bocca non solo ai passeggeri, ma anche agli stessi consiglieri comunali, che non hanno gradito questo aumento improvviso del biglietto. Sembra infatti che il Comune abbia mandato, il 27 Giugno, una lettera di diffida ad Ataf, Linea e anche alla Provincia pur di evitare un aumento del genere, evidenziando che “non ci sono i presupposti per procedere all’aumento della tariffa”. Per di più l’aumento “potrebbe essere controproducente in quanto potrebbe incentivare l’abusivismo“. La lettera è stata scritta dall’assessore Stefano Giorgetti, che è stato bersagliato dalle critiche, provenienti dall’opposizione.

Giorgetti, Toc Toc FirenzeGiorgetti, Toc Toc FirenzeGiorgetti, Toc Toc Firenze

Tommaso Grassi (SEL) e Jacopo Cellai (Forza Italia) hanno sottolineato il comportamento ambiguo del consigliere comunale, che nel Febbraio 2013, quando ricopriva la carica di consigliere provinciale, non si oppose all’aumento del prezzo del biglietto (perchè “una volta finita la base sperimentale il biglietto via Sms sarebbe aumentato, come aveva fatto sapere più volte l’Ataf“), a differenza del Comune, che anche allora contrastò la decisione di Ataf, tanto che l’aumento del biglietto saltò. Cellai si è anche scagliato contro “questo assurdo scaricabarile” da parte del Comune, che sapeva di questa fase sperimentale a termine. La situazione si fa particolarmente critica anche per la posizione della stessa Ataf, che sembra voglia imporre un ulteriore aumento al biglietto cartaceo, arrivando così ad 1,50€, per poter “investire negli autobus“, secondo le parole del presidente di Ataf Gestione, Renato Mazzoncini. Secondo quest’ultimo,  l’unica tariffa da preservare è quella dell’abbonamento, perchè la corsa semplice riguarda “il viaggiatore occasionale, il turista e i viaggiatori abusivi

1414398-ataf

L’opposizione chiede un intervento urgente in Consiglio Comunale per poter eliminare questo freno ” alla lotta all’evasione e all’innovazione“. Arriveremo ad un nuovo scontro tra Comune e Ataf? In ogni caso, gli unici ad essere penalizzati da questo scontro sono gli utenti, che hanno visto un aumento improvviso del costo del biglietto elettronico ed un probabile aumento del biglietto cartaceo.

Ti interessa sapere qualcos’altro della politica locale o regionale? Allora continua a leggere Oltre il Palazzo!

Credits: “Stangata biglietti, il Comune diffida Ataf” articolo di Stefano Vetusti su La Nazione Firenze del 3/7/2014, il sito di Firenze, il sito di Firenze (2), Firenze Today,

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE