Oltre il Palazzo: Civati vuole le primarie

Pippo Civati, Toc Toc Firenze

L’investitura di Renzi ad Enrico Rossi proprio non è piaciuta a Pippo Civati, e a tutta la minoranza del PD, che chiede a gran voce le Primarie per le elezioni regionali.

Pippo Civati, Toc Toc Firenze

Per la conferma definitiva di un’eventuale ricandidatura di Rossi bisognerà aspettare l’assemblea regionale del PD, a metà Dicembre, ma la maggioranza sembra decisa a puntare sul presidente in carica. Oltre all’autorevole “assist” del segretario nazionale Renzi, infatti, si è aggiunto quello del segretario regionale del Partito Democratico, Dario Parrini (Renziano, ovviamente), che la scorsa settimana ha sposato la linea tracciata dal Premier, affermando che ” la mia idea è che si debba andare in questa direzione”. Ma la minoranza del PD non sembra disposta a rimanere in un ruolo marginale in questa partita. Civati, dal convegno della Sinistra Italiana ed Europea a Sant’Apollonia (quella che i giornali chiamano, un pò impropriamente, “Anti Leopolda“) , reclama a gran voce “le primarie ed un confronto aperto” poichè “oggi due nemici storici come Renzi e Rossi vanno insieme e non si capisce quale sia il progetto politico”. Inoltre il leader della minoranza Dem contesta la volontà del Segretario del PD di evitare una consultazione popolare, che pure dovrebbe essergli molto cara, poichè “Renzi è partito dalle Primarie”. 

Rossi, Civati, Toc Toc Firenze

Le stoccate di Civati toccano pure il Presidente della Regione (subito dopo averlo elogiato per le scelte urbanistiche), che “sulle infrastrutture è stato palesemente succube di Renzi, facendo cose non giuste”. Enrico Rossi non ha aspettato molto per replicare, con toni più morbidi rispetto a Civati. Infatti Rossi ha preferito non gettare benzina sul fuoco, evitando i toni aspri usato dal suo compagno di partito, e ha confermato la sua disponibilità per una consultazione popolare (e non è la prima volta). Inoltre il Presidente ha cercato di coinvolgere Civati, chiedendogli un intervento in prima persona in Parlamento per l’erogazione dei fondi necessari per il completamento dell’autostrada Tirrenica e per la Siena-Grosseto, oltre che per alcune linee ferroviarie. Un piccolo tentativo per riavvicinarsi alla minoranza Dem, che comunque non sembra intenzionata ad appoggiare in modo incondizionato una sua ricandidatura.

Vuoi sapere qualcos’altro riguardo la politica locale e regionale? Allora continua a leggere Oltre il Palazzo!

Credits: Articolo de “La Repubblica Firenze” intitolato “Civati attacca: si alle primarie per la Regione”, di Massimo Vanni, del 17/11/2014; Europa Quotidiano; il Tirreno

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE