Primarie del PD: oggi parliamo di Dario Nardella

pd, toc toc firenze

Il 23 Marzo a Firenze si terrano le primarie del PD per scegliere il candidato sindaco del PD. Mancano pochi giorni e di loro sentiamo parlare pochissimo. Dopo aver analizzato i profili di Alessandro Lo Presti e di Iacopo Ghelli, giungiamo alla conclusione con il profilo di Dario Nardella.

Primarie PD: chi è Dario Nardella?

Vicesindaco in pectore da quando Matteo Renzi è diventato capo del governo, la carriera politica di Dario Nardella è stata, fin ora, in forte ascesa. Ha iniziato a ricoprire cariche importanti già nel 2006, col governo Prodi, dove è stato consigliere giuridico del Ministro per i rapporti col parlamento e le riforme costituzionali, carica ricoperta a quel tempo da Vannino Chiti, ma si era fatto già notare a livello regionale, dove, nel 2004, era stato eletto nel consiglio comunale fiorentino con i Democratici di Sinistra, ricoprendo l’incarico di Presidente della commissione Cultura, Istruzione e Sport.

Le sue doti di leader son state notate perfino negli Stati Uniti, tanto che nel 2008 è stato selezionato dal Dipartimento di Stato USA come giovane leader nell’International Leadership Visitor Program, programma volto a far conoscere ad alcuni giovani leader la politica americana attraverso degli scambi che riflettano le caratteristiche dei leader rampanti.

pd, toc toc firenze

Ma torniamo in Italia, perchè nel 2009 ritorna nella giunta comunale fiorentina con Matteo Renzi, diventando vicesindaco, carica che ha ricoperto fin’ora, tranne che nel 2013, in cui aveva preso il suo posto Stefania Saccardi, dopo  le dimissioni dello stesso Nardella.

Dimissioni causate dalla sua elezione alla Camera dei Deputati, dove è stato eletto con la circoscrizione Toscana del PD, secondo nella lista, e risultato l’uomo più votato della regione. Per la Camera dei Deputati è stato membro della Giunta per le Elezioni e la Commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo.  Dario Nardella si è dimesso pochi giorni fa da deputato.

Infine non dimentichiamo che è stato Presidente del comitato promotore dei Mondiali di Ciclismo, svolti in Toscana dal 21 al 29 Settembre 2013.

Il suo programma

Insomma il suo palmares parla per lui, una carriera per ora scintillante, tanto che da molti la sua nomina a vicesindaco è stata vista come una vera e propria investitura da parte di Matteo Renzi come suo successore.

Lui ha respinto queste accuse, affermando di metterci la faccia e distanziandosi da Renzi, ma allo stesso tempo ha promesso continuità da parte della sua giunta, se verrà eletto, con le scelte del predecessore, tanto da definire una “rivoluzione” il lavoro fatto nei cinque anni precedenti dalla Giunta Renzi.

pd, toc toc firenze

 

Quindi tra le proposte in ballo ci sono: la costruzione del nuovo stadio della Fiorentina, nuove pedonalizzazioni, anche se nei giorni scorsi il vicesindaco aveva frenato su imminenti pedonalizzazioni da Piazzale Michelangelo a Ponte Santa Trinita, ma ha promesso di analizzare in modo approfondito nuovi piani di pedonalizzazione,  il completamento della Tramvia: collegare Sesto Fiorentino a Bagno a Ripoli per poi arrivare fino a Prato.

Sicuramente non sono stati giorni tranquilli prima delle Primarie per il Vicesindaco, che ha dovuto affrontare delle forti contestazioni da parte degli ambulanti dell’ex mercato di San Lorenzo, inferociti con Nardella, e Renzi, per le decisioni prese sul loro spostamento. Nardella ha risposto che continueranno per la loro strada, discutendo un vero piano di riordino del mercato.

Tags
Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE