Lo Presti chi? Il candidato alle primarie del PD che sfida Ghelli e Nardella.

elezioni comunali di firenze, toc toc firenze

Il 23 Marzo a Firenze si terranno le primarie del Partito Democratico per scegliere il candidato sindaco del PD. Mancano pochi giorni e di loro sentiamo parlare pochissimo. Questo è il primo dei tre articoli sui candidati, affinché le loro proposte ed i loro profili siano a tutti più chiari. 

Primarie del Pd a Firenze: Alessandro Lo Presti


Alessandro Lo Presti è uno dei tre candidati alle primarie Pd a Sindaco di Firenze del prossimo 23 marzo. Con un programma chiamato
“una città felice migliora la tua vita” sfida il favorito Nardella e lancia un progetto di governo basato sulla condivisione, sul senso di comunità e sulla cittadinanza attiva.
Ma chi è Alessando Lo Presti?
Nasce a Firenze nel 1964 e si dedica all’impegno politico molto presto prima col Movimento degli Studenti Medi, poi con il Movimento Giovanile Socialista. Nel ’90 si laurea in Scienze Politiche presso la “Cesare Alfieri” di Firenze con una tesi sulla valutazione d’impatto ambientale. Aderisce prima ai Democratici di Sinistra, poi al Partito Democratico.

La sua carriera politica vera e propria comincia nel ’96 con l’incarico di Consigliere comunale a Firenze. Dal 2004 al 2006 è invece Assessore della Provincia. Il 4 marzo scorso ha annunciato la sua candidatura a Sindaco.

pd, toc toc firenze

 Qual è il suo programma?

Al centro della sua proposta c’è la valorizzazione del benessere che si traduce concretamente in nove progetti: Lo Presti propone di realizzare un’ amministrazione condivisa fondata sulla stretta collaborazione con i cittadini per la rigenerazione di immobili o di spazi pubblici e culturali; propone di cambiare la politica fiscale attraverso un’addizionale Irpef più equa, eliminandola per i redditi inferiori a 15.000 euro; promette di diminuire l’IMU per la seconda casa e di adottare la strategia rifiuti zero per un ampliamento progressivo della raccolta porta a porta, invitando così i cittadini a produrre meno indifferenziato.

Propone la creazione dell’Assessorato alla Socialità, Benessere e Stili di Vita e un piano strategico “quanto mai necessario” che prevede il potenziamento dei servizi di assistenza per la prima infanzia e la realizzazione di uno spazio di incontro per la promozione dei diritti per le donne di tutte le età, culture e orientamenti sessuali. Nel suo programma non mancano poi interventi a sostegno dell’artigianato e dello sviluppo di start up nei settori della Smart City.

Garantisce almeno la metà delle poltrone degli assessorati a donne scelte in base al merito e una valorizzazione del capitale umano del Comune di Firenze. Ma il punto cruciale del suo progetto è la realizzazione della linea due e tre della Tranvia“Il successo della linea uno deve insegnarci qualcosa – afferma il candidato – che la Tranvia è un mezzo dolce che invoglia a viverle vicino”. Promette di realizzare la Linea due nel primo anno di amministrazione perché priorità assoluta per il bene della città.

pd, toc toc firenze

In una campagna elettorale troppo corta, Lo Presti decide di sfruttare la potenza dei social network attraverso dei brevi e simpatici spot intitolati “…Lo Presti chi?”, realizzati dai suoi collaboratori, disponibili anche sul sito.

Consapevole di partire in una condizione “differente” da quella del candidato Nardella, Lo Presti afferma di voler essere l’alternativa con un programma che non rappresenta una corrente di partito, ma un gruppo di cittadini.

A Firenze esiste una voce e un progetto alternativo a quello attuale” dichiara in conferenza stampa, un progetto per la felicità pubblica.

 

Credits: Rodrigo Soldon, Marco Mingolla

Tags
Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE