Quadrifoglio: la società dei rifiuti fiorentina

quadrifoglio, toc toc firenze

Quadrifoglio nasce nel 1995 come ASNU,

Azienda Municipalizzata Servizi Nettezza Urbana, diretta emanazione del Comune di Firenze per la gestione dei rifiuti urbani. E il comune di Firenze si è dimostrato avanguardista, visto che è stato uno dei primi a dotarsi di una struttura appositamente dedicata. D’altronde, si sa, l’approccio della società del dopoguerra al tema rifiuti era ben diverso da quello odierno e gli anni della sensibilizzazione al problema erano ancora lontani a venire.

La sua storia

Negli anni ’90 Firenze ha deciso di costituire un Consorzio con i limitrofi Comuni di Campi Bisenzio, Calenzano, Sesto Fiorentino e Signa affinché si arrivasse ad una gestione condivisa dei rifiuti dell’area. Il suo nome era Quadrifoglio. Ma la svolta è avvenuta nel 2000, quando il Consorzio ha assunto nuove vesti giuridiche, trasformandosi in una società per azioni: la Quadrifoglio Servizi Ambientali Area Fiorentina s.p.a. I suoi soci? Tutti i succitati Comuni, naturalmente.

quadrifoglio, toc toc firenze

Questo cambiamento è stato reso necessario dall’entrata in vigore del Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali (d.lgs. 267/2000), il quale impone a questi ultimi che i servizi pubblici essenziali aventi rilevanza economica (e la gestione dei rifiuti è uno di questi) debbano essere gestiti attraverso l’affidamento a terzi, ovvero attraverso società miste o in house. E proprio quest’ultima è stata la scelta di Firenze e dei comuni limitrofi. L’affidamento in house, infatti, impone all’ente locale di costituire un’apposita società con il vincolo di attività della gestione dello specifico servizio e lo obbliga a detenere l’intero capitale sociale. Il fine è quello del management diretto del servizio da parte dell’ente pubblico, proprio in vista dell’estrema rilevanza che lo stesso assume nella vita di una comunità.

Quadrifoglio s.p.a. oggi

Quadrioglio s.p.a. è a tutti gli effetti una società privata detenuta però interamente da enti pubblici. Pertanto, il legame strettissimo tra organi societari ed amministratori locali ne è solo una conseguenza logica: la nomina del consiglio d’amministrazione e del collegio sindacale di Quadrifoglio è appannaggio dei Consigli Comunali, i quali hanno il potere di nomina e di revoca di tali incarichi. Questi ultimi, quindi, operano come una sorta di longa manus degli amministratori locali, essendo escluso qualsivoglia margine di discrezionalità decisionale in capo alla società affidataria.

quadrifoglio, toc toc firenze

Caratteristica delle nomine agli organi gestionali di Quadrifoglio e di tutte le altre società il cui capitale è interamente detenuto dal Comune di Firenze è proprio lo strettissimo rapporto fiduciario tra i soggetti nominati e l’amministrazione fiorentina. Non a caso l’attuale Presidente del consiglio di amministrazione di Quadrifoglio s.p.a. è Giorgio Moretti, fortemente voluto dall’allora sindaco Matteo Renzi, il quale, al momento del conferimento dell’incarico nel 2009, ha deciso di rinunciare al proprio stipendio da Presidente di Quadrifoglio per devolverlo a progetti a servizio della città. Ad oggi, oltre alla raccolta dei rifiuti, Quadrifoglio si occupa anche di educazione ambientale con progetti scolastici e non solo.

La domanda, però, rimane: questo quadrifoglio porta davvero fortuna ai fiorentini?

 

Credits: Gigianf

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE