Salah non perdona, Fiorentina sconfitta da una Roma brutta ma concreta

Fiorentina - Roma, Toc Toc Firenze

Fiorentina – Roma: È rimasto eccome l’amaro in bocca. La Fiorentina esce sconfitta dal Franchi, un 1-2 contro una Roma tutt’altro che bella e irresistibile, ma capace però di sfruttare, come meglio non poteva, le poche occasioni avute in mano nel corso della gara. La beffa iniziale arriva proprio da quel Salah che tanto ha fatto male in estate a Firenze e ai fiorentini per il modo in cui se n’è andato. Gran sinistro dal limite a giro, e nulla può il povero Tatarusanu neanche sul secondo gol dei giallorossi, sulla cavalcata in campo aperto di Gervinho. La Fiorentina però ci ha provato, ha giocato ed ha attaccato. Sono stati 90 minuti in cui i viola hanno avuto in mano il completo controllo del gioco, ma quando anche Kalinic comincia a sbagliare i colpi decisivi, capisci proprio che oggi non doveva esser giornata. Aperte sulle fasce, cross, tiri da fuori e imbucate centrali: niente. Ci siamo divertiti fino ad ora, ma adesso però questa squadra diciamo che torna un po a fare quello che negli ultimi anni era il suo vero campionato, ovvero a lottare per l’Europa. Niente è compromesso, la Fiorentina è ancora li e queste due sconfitte di campionato non rivoluzionano assolutamente niente in casa viola. Certo è che adesso un punto della situazione va fatto. Gli scontri diretti, ormai è un dato di fatto, non sorridono a Sousa e compagnia: esclusa la vittoria con l’Inter infatti i gigliati hanno perso gli ultimi due big match con le altre pretendenti al titolo. Già da Mercoledì però questa Fiorentina potrebbe riprendere a marciare per cercare di tenere il passo con le grandi. Hellas Verona, Frosinone e Sampdoria sono tutte formazioni all’altezza di questa squadra, che per non cadere in ridimensionamento, praticamente certo, deve assolutamente fare bottino pieno nelle prossime tre giornate. L’unica incognita, riguardo la tenuta fisica e mentale dei giocatori, è rappresentata dall’Europa League. La sconfitta con il Poznan rivoluziona e non poco i piani di Sousa in campo europeo; un Sousa che adesso si troverà in qualche modo costretto a dover schierare l’artiglieria pesante anche di Giovedì. A meno che sia lui che la società abbiano deciso di tralasciare questa competizione dando più importanza al campionato, ipotesi assolutamente più che plausibile, ma che solo il campo ci svelerà. Quindi, ripartire, da subito, senza allarmismi di nessun tipo. Anche nel match con la Roma abbiamo avuto la riprova che questa Fiorentina c’è ed è viva. Il campionato è ancora lungo e può riservarci ancora tante sorprese. Siamo ancora in tempo per sognare. Questa squadra è forte e soprattutto ha un allenatore forte. Ci sarà da divertirsi, i momenti più bui arrivano per tutti, e questa squadra ha la forza e il carattere giusto per scrollarseli di dosso al più presto.

 

Credits: premiumsporthd

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE