L’ospedale di Santa Maria Nuova: una storia che parla di Dante, Beatrice e della Firenze del ‘200

Santa maria nuova, toc toc firenze

Noi fiorentini abbiamo la fortuna di vivere in una città tanto ricca e preziosa da trovare sempre qualche bella storia da raccontare, ma la cosa più stupefacente è che queste spesso si nascondono nei posti più impensabili e riguardano i protagonisti più ambiti e spesso sognati. 

Questa è la storia dell’ospedale di Santa Maria Nuova e della famiglia che lo fondò: i Portinari

Questo cognome è famoso in tutto il mondo, ancora di più qui a Firenze, perché è quello della musa del sommo poeta Dante, della bellissima Beatrice.

Beatrice Portinari

Se vogliamo parlare della famiglia Portinari non possiamo che dedicare due righe a Beatrice. Tutto ha scritto di lei Dante, facendola diventare una figura paradisiaca, ma in realtà di lei sappiamo ben poco, tanto da far dubitare alcuni storici della sua esistenza. Dobbiamo affidarci in parte al Boccaccio che facendosi biografo della famiglia Alighieri, ne ha raccontato qualcosa.

Santa maria nuova, toc toc firenze

Dante ci racconta di aver incontrato Beatrice a 9 anni, nel 1274 il 1° Maggio, e di esser rimasto talmente affascinato dalla giovane, da averla pensata tutta la notte, come tormentato dal suo ricordo, con la smaniante voglia di uscire e rincontrarla ancora. Sfortuna volle che, malgrado abitassero vicini, Dante e Beatrice si rividero solamente nove anni dopo.

Era quindi nel 1283 quando i due si incontrarono per la seconda volta, ma ormai il diciottenne Dante Alighieri era promesso sposo di Gemma Donati secondo il volere delle famiglie e la bella Beatrice invece era già sposata con il ricco mercante Simone Bardi.

L’incontro successivo non avvenne in strada come il precedente, ma in una chiesa. Il giovane Dante si sistemò in maniera tale da poterla osservare senza dare nell’occhio e destare scalpore, mentre questa pregava in compagnia di altre signore.

santa maria nuova, toc toc firenze

Fu in quel momento che avvenne uno dei più grandi fraintendimenti della storia: mentre Dante guardava furtivamente Beatrice, una donna, anche lei bellissima, si sedette tra loro. Il suo nome era Violetta e Dante in maniera poco cavalleresca, ingannò i presenti facendo loro credere che i suoi sguardi innamorati fossero per lei, lasciando intatto il nome della sua musa Beatrice.

Beatrice morirà poi il 19 Giugno 1290 e Dante per lei smuoverà la sua geniale fantasia e la rincontrerà ancora, nella sua Opera immensa: la Divina Commedia.

Folco Portinari e l’ospedale di Santa Maria Nuova

Non si può parlare dei Portinari senza fare un’introduzione, breve o lunga che sia, su Beatrice e Dante, ma adesso veniamo alla storia dell’ospedale di Santa Maria Nuova. Questo è un luogo in pieno centro città, un Ospedale esteticamente bellissimo da guardare, perché dal forte potenziale artistico e dall’appassionante storia.

Non tutti sanno che Santa Maria Nuova è l’ospedale più antico del mondo e custodisce circa 750 opere. Nello scantinato dell’ospedale ci sono quadri, mobili, oggetti d’arte da far impallidire un direttore di un museo di una qualsiasi città del mondo, ed invece appartengono ad un’azienda ospedaliera.

Santa maria nuova, toc toc firenze

Fu fondato da un signore ricchissimo della Firenze del 1200: Folco Portinari, il padre di Beatrice. Folco era un mercante tanto ricco da voler farsi perdonare dal “Cielo” per tutti i soldi da lui posseduti e fu convinto a fondare l’ospedale da da Monna Tessa, la governante di famiglia, espiando così “il suo peccato d’esser troppo ricco”.

Santa Maria Nuova era l’ospedale più importante della Firenze del Duecento e grazie alla sua fortuna iniziale ha potuto resistere tutti questi anni e giungere ai giorni nostri “vivo e funzionante”.

A Folco Portinari è intitolata la strada di Firenze che si trova vicino all’ospedale: tra via dell’Oriolo e Piazza Santa Maria Nuova.
Adesso non avete scuse: ogni volta che andrete all’Oblate o che passerete per quella strada, non potete che pensare a Beatrice, Dante e alle incredibili storie che Firenze nasconde nelle cose più impensabili.

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE