Alla scoperta del Museo Casa Siviero

Museo casa siviero

Una sensazione familiare al Museo Casa Siviero

Non tutti conoscono il museo Casa Siviero,  un luogo molto particolare per ciò che contiene e per la sua storia. All’apparenza, entrando si ha la sensazione come di entrare in una vera e propria casa privata. E’ stato aperto al pubblico come museo dopo che il palazzo e i suoi arredi sono stati lasciati per volontà testamentarie da Rodolfo Siviero alla Regione Toscana nel 1983.

Museo casa siviero

Rodolfo Siviero viene anche definito lo “007 dell’arte”

Si deve infatti a lui il recupero di moltissime opere che erano state trafugate dall’Italia durante il periodo della occupazione nazista. Tanto che durante la seconda guerra mondiale la palazzina sul Lungarno Serristori funge da centrale operativa dei partigiani impegnati contro le operazioni del Kunstschutz. La sua attività fu così proficua che alla fine della guerra, nell’aprile 1946, venne nominato capo dell’Ufficio Interministeriale per il Recupero delle Opere d’Arte. Oltre al suo lavoro nei servizi segreti Siviero era un appassionato e colto collezionista di opere d’arte antiche etrusche e romane, del XIV e XV secolo, e in stile rinascimentale e barocco con le quali aveva adornato la sua palazzina progetta da Giuseppe Poggi.

Museo Casa Siviero occupazione fascista

Era anche collezionista di opere di importanti artisti italiani moderni come Giorgio De Chirico, Giacomo Manzù, Ardengo Soffici, Pietro Annigoni, ai quali era legato anche da rapporti di amicizia. Il museo Casa Siviero rispecchia a pieno la personalità del suo proprietario, amatore d’arte e vi si ritrovano le suggestioni di altri palazzi che sono stati donati alla città di Firenze da Bardini, Horne, Stibbert, con le loro collezioni d’arte.

Un patrimonio che documenta il gusto della classe media colta fiorentina della metà del Novecento e che consente al pubblico una visita affascinante in una casa museo tra i tesori privati di uno 007 dell’arte. Il museo Casa Siviero è aperto il Sabato, ore 10-18 (da settembre a giugno); ore 10.00-14.00 e 15.00-19.00 (luglio-agosto); la domenica e lunedi ore 10-13 (tutto l’anno) con ingresso gratuito.

Credits: Museo Casa Siviero, Wikimedia

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE