Scuola Superiore della Magistratura: ganzo ma che cos’è?

scuola superiore della magistratura

Scuola Superiore della Magistratura rappresenta un ente autonomo, creato negli anni ’70 come articolazione del CSM, con compiti di formazione professionale, aggiornamento e ricerca svolta in collaborazione con altri istituti europei.

Napolitano-Insediamento-Scuola-Superiore-della-MagistraturaI beneficiari dei corsi possono essere:

  • magistrati in tirocinio, che, dopo aver vinto il concorso pubblico, subiranno anche la valutazione di idoneità alla professione, che se rifiutata due volte blocca completamente l’accesso all’ordine;
  • magistrati  ordinari, obbligati volenti o nolenti a frequentare ad almeno un corso ogni 4 anni;
  • magistrati onorari;
  • operatori di giustizia, come i dirigenti degli operatori giudiziari;
  • chi volesse passare dalla professione requirente a quella giudicante e viceversa.

In media 350 candidati su 20.000 vincono il concorso per l’ammissione alla carriera di magistrato, e fra i corridoi della Scuola Superiore non stupiamoci di trovare qualche toga rosa, infatti le donne rappresentano il 66% dei tirocinanti. Lo stipendio medio iniziale? 2300 euro. I frequentanti degli altri corsi sono circa 5000.

La professionalizzazione si svolge, oltre che con corsi in linea con quanto dettato dal CSM, anche con approfondimenti di saperi extragiudiziali per favorire una elaborazione critica della società in generale. Sebbene fossero inizialmente previste tre sedi, dall’ottobre del 2012 la Scuola è situata nella splendida villa CastelPulci di Scandicci, per la comodità di tutti i nostri concittadini giuristi, con ulteriori uffici amministrativi a Roma. Sono seguite molte polemiche alla rinuncia di insediare una Scuola Superiore della Magistratura anche nelle altre due zone previste (Nord e Sud) a Bergamo e a Catanzaro, a causa di uno spreco di risorse tutto italiano.

Scuola superiore della magistratura, toc toc firenze

Viene disciplinata da uno statuto autonomo e da propri regolamenti; la struttura interna è formata da: presidente, segretario generale e comitato direttivo, i cui dodici membri sono scelti a metà da CSM e Ministero della Giustizia, rispettando la par condicio. I collaboratori della Scuola Superiore della Magistratura possono essere docenti con singoli incarichi in corsi o progetti, esperti formatori, che affiancano il comitato nel delineare i programmi, e i tutori assegnati ai tirocinanti.
Solitamente, da Milano provengono i docenti più preparati in economia e finanza, mentre dal Sud quelli specializzati in lotta alla mafia e criminalità organizzata.

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE