Studio massacrante? No, grazie!

studio, toc toc firenze

Hanno incominciato ad assegnarti una marea di compiti ed interrogazioni? Ecco alcuni trucchetti per non addormentarsi sopra ai libri!

Il primo errore da evitare è bere una quantità industriale di caffè. Sbagliatissimo, blocca i ricettori di memoria e aumenta lo stress, andrai in agitazione e non ci capirai più niente! Semmai fai l’esatto contrario: una bella dormita è la cura migliore per prepararsi allo studio. Se sei abituato a bere comunque qualcosa di caldo, una buona tisana è quello che ci vuole!

Certo non esistono “cibi miracolosi”  che fanno imparare tutto, ma alcune cose possono aiutare. Se dunque devi stare attento al sonno ed al caffè, lo stesso devi fare con i pasti: fai pasti regolari e adeguati (se possibile con cibo “sano”), evita le abbuffate e soprattutto i digiuni insensati. Se hai furia e non hai tempo di tornare a casa per studiare cerca comunque di evitare il “kebab al volo”, meglio un posto dove puoi mangiare con calma. L’ideale sarebbe un po’ di frutta (non acida) ma una valida alternativa potrebbe essere una barretta di cioccolato, buona ed energetica.

Un’altro errore comune è il tour de force con lo studio: ore ed ore passate il giorno prima dell’interrogazione cercando di capire le cinquanta pagine d’ordinanza. Evita di ridurti così, programmati lo studio, trova un’oretta al giorno per il ripasso. Così facendo ti distribuirai le ore di lavoro potendo dedicare le altre al sonno e al relax.

Tirando le somme, la migliore struttura per una giornata di studio è sicuramente questa:

  1. Un po’ di relax dopo pranzo.
  2. Apri i libri e dedica allo studio più intenso 40-45 minuti, dopodiché l’attenzione calerà automaticamente.
  3. Riposati un quarto d’ora, bevi una bella tisana e rilassati. Evita distrazioni come videogiochi o simili.
  4. Ripassa l’argomento per un po’ (10- 15 minuti) e mettiti l’animo in pace, il tuo dovere l’hai fatto!

studio, toc toc firenze

Se questi consigli non ti bastassero puoi sempre ripiegare sui classici bigliettini, nemici giurati di ogni prof.  Ma sono veramente così terribili per prepararsi ad un compito? Di certo si rivelano utilissimi nel ripasso, aiutandoti a sintetizzare i concetti come non riusciresti mai a fare su un normale quaderno. Inoltre una sbirciatina prima del compito in classe ti aiuterà a ricordarti le cose, vedrai che dopo non ci sarà bisogno di riguardarli e non rischierai di farti “sgamare”.

Prova a importi queste due o tre regole e non ci sarà nessun professore abbastanza esigente da fermarti!

Infine, se a casa proprio non vi riesce, ecco qualche piccolo consiglio su dove andare a studiare!

Vuoi sapere come e quando studiare al meglio a Firenze? Guarda le nostre guide allo studio!

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE