Tramvia, ora si fa sul serio: da mercoledì cantiere Leopoldo-Viesseux-Muratori

Rivoluzione in vista per la zona di Rifredi: passa la Pasqua e da mercoledì 8 aprile inizierà il grande cantiere che va da piazza Muratori fino a via Tavanti.

La primavera comincia con fervore a Firenze, specialmente sul versante Tramvia: ci si è appena abituati alle modifiche a Novoli e allo Statuto – le quali tutto sommato, salvo aggiustamenti in vista per via Baracca, hanno avuto un impatto contenuto sul traffico – e comincia a ruota uno dei cantieri più grossi (per estensione, non per mole di lavoro) della Linea 3.

Si parla infatti del cosiddetto asse Statuto: il cantiere che partirà mercoledì riguarderà piazza Muratori, via Guasti, piazza Viesseux, via Gianni, piazza Leopoldo e via Tavanti.
Ne risentirà tutta la zona, perché sono previsti cambiamenti di sensi di marcia (ed altre novità di cui sotto) in diverse strade limitrofe.

CantiereIl cantiere che parte l’8 aprile, da via Tavanti a piazza Muratori

 

Più precisamente, salvo le piazze, i lavori saranno relativi al lato dei numeri civici pari e cioè, andando verso il cinema Adriano, il lato destro. La carreggiata che rimane libera avrà il senso di marcia invertito: a senso unico in direzione Careggi.

Rimasto invariato l’itinerario in direzione Dalmazia-Careggi, come si farà, allora, ad andare in direzione Statuto?

Itinerario CareggiL’itinerario, invariato, per andare verso Careggi o piazza Dalmazia (click per ingrandire)

 

Le modifiche introdotte dal nuovo cantiere sono le seguenti:

  1. via Guasti, via Gianni e via Tavanti (tratto Leopoldo-Romagnosi) saranno a senso unico in direzione Careggi;
  2. divieto di transito nella parte centrale piazza Leopoldo; funzionerà quindi come una grande rotonda con il cantiere nel mezzo;
  3. via Galluzzi sarà a senso unico in direzione Leopoldo nel tratto Corridoni-Palazzo Bruciato;
  4. via Galluzzi sarà a doppio senso nel tratto Palazzo Bruciato-Leopoldo;
  5. via Pagnini sarà a senso unico in direzione Muratori nel tratto Lambruschini-Muratori;
  6. in via Vittorio Emanuele all’incrocio con via Tavanti ci sarà l’obbligo, per chi proviene da via Taddeo Alderotti, di svoltare a sinistra rimanendo così sulla stessa via Vittorio Emanuele in direzione Stibbert.

ModificheIllustrati in giallo i cambiamenti dovuti alla cantierizzazione (click per ingrandire)

 

Gli itinerari per arrivare allo Statuto sono diversi a seconda da dove si parte.
Se si è in piazza Dalmazia l’itinerario suggerito è Corridoni, Galluzzi (con il senso di marcia invertito), Leopoldo, Fabbroni, Pagnini (con il senso di marcia invertito), Muratori, Statuto.
Questo è l’itinerario che utilizzeranno anche i mezzi pubblici.

Itinerario Corridoni(click per ingrandire)

 

Da via Taddeo Alderotti invece l’itinerario migliore è Vittorio Emanuele (in direzione Leopoldo), Vittorio Emanuele (in direzione Stibbert), Pagnini (con il senso di marcia invertito), Muratori, Statuto.

Itinerario Vittorio(click per ingrandire)

 

L’incrocio Vittorio Emanuele-Tavanti prevederà, come detto, l’obbligo per chi proviene da via Taddeo Alderotti di svoltare a sinistra per rimanere in via Vittorio Emanuele: questo comporterà la risistemazione/rimozione del cordolo oggi presente.

Incrocio VittorioIl nuovo assetto dell’incrocio tra via Vittorio Emanuele e via Tavanti

 

Il cambiamento del senso di marcia di un tratto di via Galluzzi e il doppio senso della restante via avrà la conseguenza che l’incrocio Galluzzi-Cironi-Palazzo Bruciato sarà regolato da un nuovo impianto semaforico. Si precisa che con tutta probabilità via Galluzzi rimarrà così anche con la Tramvia a regime.

Incrocio GalluzziL’incrocio Cironi-Galluzzi-Palazzo Bruciato sarà dotato di semaforo

 

Una comodità: via Pagnini con il senso invertito sbucherà in piazza Muratori, ma serrando a sinistra si potrà accedere direttamente in via Lami.

Incrocio MuratoriL’assetto dell’incrocio Pagnini-Muratori con la possibilità di svoltare in via Lami

 

L’occupazione del cantiere di una carreggiata delle vie Guasti, Gianni e Tavanti, nonché i cambiamenti di viabilità, comporteranno la perdita di alcuni posti auto. A questo proposito è opportuno ricordare che il secondo piano interrato del parcheggio della Coop di piazza Leopoldo è a disposizione, gratuitamente, dei residenti (informazioni aggiuntive presso la S.a.s. al Parterre).
Ci saranno conseguenze anche per cittadini che abitualmente si spostano in autobus: tutti i cambiamenti alle linee ATAF in questo link (click).

Il cantiere è lungo 600 metri perché in realtà sono due. Si tratta infatti dei cantieri C2 e C3 della Linea 3 (il cantiere C1 era la risistemazione esterna delle piazze Leopoldo e Viesseux). In questa prima fase si procederà allo spostamento dei sottoservizi (si spostano le varie tubature dal centro ai lati delle strade perché la Tramvia sarà centrale) ed alle nuove sistemazioni urbanistiche, in particolare in piazza Viesseux, dove intorno all’aiuola centrale verranno costruiti nuovi posti auto intervallati, complessivamente, da 12 nuovi alberi.

La durata del cantiere è di 7 mesi: la fine è prevista per il 13 novembre 2015, poi si passerà nell’altro lato dell’asse Statuto per altrettanto tempo. Se tutto procede regolarmente i binari della Tramvia li vedremo probabilmente all’inizio del 2017.

Ti interessa tenerti informato sulla tramvia fiorentina? Segui la nostra rubrica e scopri tutti i segreti delle rotaie fiorentine!

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE