Come ci arriva la tramvia all’Aeroporto?

La Tramvia arriverà all’Aeroporto ed incrocerà necessariamente il traffico da e verso l’autostrada.
Nessuna preoccupazione, però, per gli automobilisti: il tram passerà sottoterra.

Mappa Trincea Guidoni

La Linea 2 della Tramvia fiorentina collegherà la Stazione con l’Aeroporto. Il tracciato ormai è noto, ma è opportuno capire precisamente come e dove passerà per arrivare al capolinea.

Dopo aver percorso tutta via di Novoli, la Linea 2, all’altezza di via Allori, passerà sotto la scarpata della ferrovia (la Firenze-Pisa). Il sottopassaggio per il tram, accanto a quello per le automobili, è già stato costruito qualche anno fa, ed osservandolo bene si nota una leggera discesa. Ciò è dovuto al fatto che la tramvia, terminata via di Novoli, non proseguirà a livello stradale, ma entrerà sottoterra per 800 metri, rampe comprese, per poi risalire in superficie e fare il capolinea accanto al terminal di Peretola.
Questo passaggio in sotterranea prende il nome di Trincea Guidoni, perché il passaggio sottoterra sarà parzialmente a cielo aperto, salvo ovviamente negli incroci con la strada.

La Trincea Guidoni è una soluzione tecnica inevitabile: il collegamento tra via di Novoli e l’Aeroporto ha il grosso problema di intersecare il traffico autostradale, in ingresso e in uscita, per cui costruire una tramvia in superficie avrebbe avuto come conseguenza l’installazione di almeno un semaforo per senso di marcia, impensabile soprattutto in un’ottica di riorganizzazione dell’accesso autostradale (il cosiddetto Svincolo di Peretola).

Trincea GuidoniEstratto del progetto: la Tramvia alla Trincea Guidoni (click per ingrandire)

Il tracciato della Trincea Guidoni prevede che la tramvia inizierà la sua lieve discesa dove ora c’è la rotonda tra via di Novoli e via Allori; oltrepasserà la ferrovia parallelamente a via di Carraia e poi curverà, sempre in discesa, a destra. Mentre la trincea farà una successiva curva a sinistra, si è raggiunta la profondità massima di 7 metri rispetto al livello stradale: in questo punto la Linea 2 attraverserà in sotterraneea l’incrocio viale Guidoni – viale XI agosto.

Finita la curva a sinistra, la Linea 2 prosegue a dritto, parallelamente al viale, e di fronte ai due benzinai ci sarà la fermata Guidoni, sempre a 7 metri di profondità, collegata con la superficie da scale ed ascensori. La fermata qui non è casuale, perché è in corrispondenza del parcheggio dei bus turistici e del viadotto ferroviario che al giorno d’oggi serve a collegare la ferrovia Firenze-Pisa con le Officine Grandi Riparazioni, ma che forse, in un futuro, potrà essere collegata a Campi Bisenzio: una presunta fermata ferroviaria sarebbe quindi già connessa con la tramvia.

IMG_1575Rendering: la Linea 2 alla fermata Guidoni, in trincea. Si nota, sullo sfondo, Novoli.

Superata la fermata, la Trincea Guidoni devierà leggermente verso destra, passerà sotto il suddetto viadotto ferroviario ed attraverserà, ovviamente sottoterra, ovviamente a 7 metri di profondità, viale Luder, il viale di accesso all’autostrada. Dietro il benzinaio i binari della tramvia cominceranno a risalire, e dopo una rampa di circa 70 metri si ritroveranno in superficie, per concludere il loro sviluppo con il capolinea all’Aeroporto di Peretola.

Sebbene i costi per la realizzazione di un passaggio in sotterranea siano ovviamente maggiori rispetto ad uno in superficie, la Trincea Guidoni ha il vantaggio di non far incrociare la tramvia con gli elevati flussi di traffico autostradale, e inoltre, vista la peculiarità dei viali in questione, sarà possibile realizzare quest’opera senza mai interrompere il traffico, in tutti le direzioni.

Il cantiere è il cantiere A1 della Linea 2; è un cantiere grosso che durerà fino alla fine del 2016. I lavori sono iniziati il 14 maggio 2014.

Ti interessa tenerti informato sulla tramvia fiorentina? Segui la nostra rubrica e scopri tutti i segreti delle rotaie fiorentine!

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE