Un super Ilicic regala tre punti alla Fiorentina, a Palermo finisce 1-3

Palermo - Fiorentina, Toc Toc Firenze

Doppio Ilicic, Kuba e Palermo sconfitto. Gilardino accorcia le distanze ma non basta per fermare una grande Fiorentina al rientro dalla sosta.

Ben tornato campionato. Era l’ora, si può dire. Il natale è bello ma la mancanza di calcio iniziava seriamente a farsi sentire. E allora eccoli la, in quel di Palermo, belli come il sole. 1-3, sempre più su, con la Juventus e in attesa di Inter e Napoli. La Fiorentina c’è, è li, gioca bene, si diverte e fa divertire. Complice assolutamente uno Josip Ilicic in forma smagliante, che prima si fa fuori un difensore con un tunnel e mette la palla alle spalle di Sorrentino, e poi dal limite dell’area lascia partire un sinistro splendido all’incrocio dei pali. La gioia, la bellezza. E pensare però che davvero per un momento, quell’incornata del Gila, grande ex, un pochino ci aveva fatto tremare. Poi ci ha pensato Kuba a chiudere i conti. Certo il Palermo non è questa squadra irresistibile, vuoi per un presidente che non da modo di costruire, ma nella seconda parte di gara un bel po di scompiglio l’aveva creato. Gara però che è stata perennemente nelle mani della squadra di Paulo Sousa, che ha dettato per gran parte del match i ritmi della partita. Quella sosta che negli ultimi anni non aveva particolarmente portato troppa fortuna alla Fiorentina, questa volta invece ha evidenziato tutto il potenziale di questa squadra.

Palermo - Fiorentina

È gia tempo di guardare avanti però, perché Sabato al Franchi arriva la Lazio. Reduce da un deludente pareggio casalingo col Carpi, la squadra di Pioli, al contrario, non è da sottovalutare. I biancocelesti infatti sono capaci di grandi prestazioni, come quella di Milano con l’Inter, in cui hanno fatto vedere di saper giocare eccome a calcio. Il gruppo di testa però si sta accorciando, ed i gigliati non possono assolutamente permettersi di sbagliare l’ultima partita del girone di andata. Non ci sarà Bernardeschi, ammonito e che salterà la sfida vista la diffida, sulla fascia destra agirà quindi in rientrante Kuba. Il polacco quest’oggi ha giocato una buona partita, la partita di Sabato ci darà la conferma decisiva sul suo ritorno a pieno regime. Per il resto scenderanno in campo i soliti noti. Occhio adesso puntato sul mercato, definito da Sousa, un periodo non facile sia per la squadra che per lui. Nella conferenza stampa della vigilia ci sono state più di una sottile provocazione da parte del tecnico portoghese alla dirigenza gigliata. Gli obbiettivi sono chiari, serve almeno un difensore ed un centrocampista. Si parla di Mexes, Lisandro Lopez e Ocampos, tutti nomi interessanti, chi più chi meno, ma per adesso nulla si muove all’orizzonte. In uscita, invece, le cose sono diverse. Mario Suarez e Giuseppe Rossi, due nomi caldi in cerca di riscatto altrove. Entrambi al 99% partiranno in prestito almeno fino a Giugno, poi, verranno fatte le dovute valutazioni. Il primo ha molti estimatori in Inghilterra, Watford in primis con il Liverpool alla finestra in attesa di nuovi sviluppi. Il secondo invece dovrebbe, a meno di sorprese, rimanere a giocare in Italia. Genoa e Bologna sono le due società in pole per l’attaccante italo-americano, ma ancora rimangono molti i nodi da scioglie. Su tutti la questione legata allo stipendio del calciatore.

Vedremo, il calcio mercato è appena iniziato e la società è a lavoro per cercare di migliorare una rosa già quasi assolutamente perfetta. Compito per niente semplice. Testa alla Lazio però, servono i tre punti per continuare a combattere per le zone alte. Il sogno deve continuare, e questa squadra a tutte le carte in regola per provarci fino in fondo.

 

Credits: premiumsporthd, soccer_fan_italia

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE