Volontari Olifi: l’anima delle Olimpiadi Universitarie

olifi, toc toc firenze

Sidonia, Elora, Jennifer e Andrea, ecco alcuni dei volontari che hanno messo a disposizione le loro capacità per organizzare le Olifi, le Olimpiadi Universitarie.

Noi di Toc Toc Firenze li abbiamo incontrati, per scoprire il grande lavoro che c’è dietro la nascita di un progetto così ambizioso e innovativo, lavoro che non può prescindere dall’impegno di numerosi volontari.

Un ruolo attivo all’interno dell’Università

“Conoscere nuove persone e svolgere un ruolo attivo all’interno dell’Università di Firenze”, sono solo alcune delle motivazioni che hanno spinto questi ragazzi ad accettare la scommessa delle Olifi. Sidonia ed Elora, rispettivamente 20 e 21 anni, studentesse di Scienze della Comunicazione, sono venute a conoscenza del progetto tramite i Social Network e si occupano prevalentemente del concorso fotografico promosso da Olifi, oltre all’organizzazione di tutti gli eventi collaterali.

Stesse mansioni per Jennifer, 28 anni, iscritta alla facoltà di Scienze Politiche, che ha conosciuto le Olimpiadi Universitarie grazie al suo impegno all’interno del collettivo Csx. Discorso diverso per Andrea, 23 anni, studente presso PROGEAS (corso di laurea in Progettazione e gestione di eventi e imprese dell’arte e dello spettacolo).

Andrea infatti si è avvicinato alle Olifi con lo scopo di partecipare alle gare con la sua squadra di calcetto, per poi decidere di impegnarsi in prima persona nell’organizzazione dell’evento. Nel suo caso le Olifi rappresentano un ottimo mezzo per mettere in pratica i propri studi, applicando le conoscenze acquisite nel corso degli anni come organizzatore di eventi.

L’esperienza però, non è l’unica caratteristica di questi volontari. Impegno, serietà, voglia di fare ma anche di divertirsi, sono queste le qualità messe in campo da tutti loro, per creare qualcosa che possa lasciare il segno.

olifi, toc toc firenze

Una grande possibilità di aggregazione

Ma quali sono le reazioni registrate nei numerosi studenti iscritti alle gare? Il riscontro è senza dubbio positivo da parte di tutti. Nel loro lavoro di volontariato, Sidonia, Elora e Jennifer hanno incontrato numerosi studenti con tanta voglia di fare ma, spesso, con poche strutture e pochi strumenti a disposizione.

Non a caso, ascoltando le loro parole, è evidente il desiderio di maggiori iniziative come questa delle Olifi. Iniziative utili anche per dare a tutti gli studenti maggiori possibilità di aggregazione.

Questi stessi desideri si ritrovano anche nelle parole di Andrea, secondo cui è proprio la mancanza a generare il desiderio di costruire qualcosa, perché “L’innovazione viene dallo stimolo”.

Innovazione, aggregazione, voglia di fare, sono gli ingredienti necessari per buttarsi anima e corpo in questo progetto, tanto ambizioso quanto utile, per l’Università di Firenze.

Torneremo ad incontrare i volontari delle Olifi durante lo svolgimento delle gare e di tutte le altre iniziative. Intanto non possiamo far altro che augurare a tutti loro un buon lavoro, ma anche tanto, tanto divertimento.

L’Università ha il suo lato “nascosto”: ricerca inarrestabile, grandi progetti e molto altro. Scoprilo subito!

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE