AIESEC, sei settimane per scoprire il mondo

AIESEC, toc toc Firenze

Centoventiquattro paesi, oltre 86mila membri, una moltitudine di lingue e un’unica casa, il pianeta. Non è la nuova Babele, si tratta di AIESEC.

AIESEC è acronimo dal francese Association Internationale des Etudiants en Sciences Economiques et Commerciales.
Era il 1948 quando un gruppo di studenti provenienti da 6 nazioni si incontrò nella cittadina belga di Liegi per costruire un sogno che tre anni dopo la Seconda Guerra Mondiale sembrava ancora lontano, promuovere la pace e lo sviluppo umano. Oggi quella visione è diventata grande, non smette di crescere ed è sbarcata a Firenze. Ebbene sì, l’associazione, attiva in Italia dal 1954, ha da poco aperto il suo comitato Expansion anche nel capoluogo toscano, città a vocazione internazionale per eccellenza.

Ma cos’è esattamente AIESEC?

Il più grande network internazionale del mondo. L’associazione, che promuove lo sviluppo umano e la cooperazione tra i paesi attraverso scambi internazionali, offre la possibilità agli studenti o ai neolaureati (fino a due anni dal conseguimento del titolo) di svolgere uno stage e lavorare con le aziende o le associazioni partner. Sei settimane in cui nessuno verrà lasciato indietro e riceverà supporto logistico dal comitato locale del paese ospitante.

Tre i programmi principali offerti dal comitato Expansion fiorentino: Enterpreunership, Education e Awarness. Se il primo è legato allo sviluppo di attività imprenditoriali e offre l’opportunità di collaborare con organizzazioni non governative curando il marketing, le pubbliche relazioni o la comunicazione, gli altri due offrono la possibilità di confrontarsi con il mondo della formazione attraverso il lavoro diretto con bambini di altri paesi o la sensibilizzazione riguardo alcune problematiche sociali come l’HIV, la salute, i diritti umani e la sostenibilità ambientale.

aiesec, toc toc firenze

E i costi?

Per partecipare ai programmi è necessario pagare una quota di 250 euro per coprire i costi di gestione. Gli stage offriranno vitto e alloggio o un rimborso spese mensile, mentre le spese di viaggio saranno a carico dello stagista. Tanti sono i paesi con i quali AIESEC Italia ha intrapreso delle relazioni stabili e durature: dalle mete esotiche ed extraeuropee dei top providers come Brasile, Egitto, Etiopia, India, Cina e Russia ad altri paesi growing providers con i quali le relazioni si stanno intensificando come Ungheria, Portogallo, Polonia, Colombia, Bahrein, Romania, Repubblica Ceca e Taiwan, sino ad arrivare ai potential providers come Turchia, Tailandia, Messico, Indonesia e Grecia.

Partecipare è semplicissimo, basta rivolgersi al comitato AIESEC locale più vicino e inoltrare la candidatura. I membri del comitato si occuperanno del processo di selezione e forniranno tutto il supporto necessario e la preparazione per affrontare l’esperienza all’estero. Unico requisito, oltre all’adesione ai valori del rispetto e della tolleranza, è essere studenti universitari o avere conseguito la laurea negli ultimi due anni. Allora perchè non partecipare? Come diceva Bruce Chatwin “il viaggio non soltanto allarga la mente: le dà forma”.

Vorresti vedere il mondo? Scopri come puoi viaggiare con l’università!

Partecipa alla discussione!
  • Nato a Palermo nell'89 della caduta del Muro di Berlino. Girovago, laureando alla magistrale di Scienze politiche alla Cesare Alfieri di Firenze e aspirante giornalista (passionaccia!). Mi piace la storia, seguo l'attualità, osservo la politica e ascolto Rock d'annata.

You May Also Like

notte dei ricercatori

La notte dei ricercatori tra scienza e divertimento

La notte dei ricercatori è l’evento europeo che celebra la ricerca in Europa. Quest’anno Bright, ...

Marinelli e Tesi a confronto: uno sguardo al passato

Le elezioni del nuovo Rettore dell’Università di Firenze sono concluse. Il nuovo Rettore sarà Luigi Dei. ...

siaf, toc toc firenze

Siaf, la rete al servizio degli studenti

Prima si chiamava C-Siaf (Centro Sistema Informatico Ateneo Fiorentino) ora è solo Siaf e ha ...

  • Show Comments