Fantasmi a Firenze: terza parte

fantasmi a firenze, toc toc firenze

Continua il nostro viaggio alla scoperta delle leggende più terrificanti e dei luoghi più inquietanti della nostra bella Firenze. Circondata da meravigliose ville e maestosi castelli, è avvolta da un alone di mistero che probabilmente non tutti conoscono. Sono decine infatti le storie di fantasmi a Firenze che si tramandano di generazione in generazione e che crediamo sia il caso di raccontarti…

Il fantasma di Cerreto Guidi

La leggenda narra la tragica morte di Isabella de’ Medici nella villa medicea di Cerreto Guidi. Isabella fu infatti strangolata dal marito Paolo Giordano Orsini, dopo la scoperta del di lei tradimento con Troilo Orsini, cugino di Paolo. Pare che ancora oggi si sentano i gemiti del fantasma della giovane provenire dalla camera nuziale in cui fu uccisa.

Donna Bianca di Vincigliata

Si narra che nel castello di Vincigliata si aggiri lo spettro di Donna Bianca. La storia risale al XIII secolo, quando Bianca degli Usimbardi e Uberto del Mezzecca si innamorano nonostante la rivalità tra le rispettive famiglie. Quando il padre di Bianca scoprì la storia d’amore dei due giovani, la ragazza venne rinchiusa nel castello in modo da impedirle di rivedere Uberto. Destino volle che il padre di Bianca, partito per la guerra, venisse ferito.

Fu salvato proprio da Uberto, al quale, con estrema riconoscenza, concesse la figlia in sposa. Ma il giorno del matrimonio i parenti di Bianca aggredirono il futuro sposo e lo pugnalarono a morte. Bianca, testimone di tutta la scena dalla finestra, morì di crepacuore qualche giorno dopo. Pare che il fantasma della ragazza si aggiri ancora per il castello indossando l’abito nuziale col quale avrebbe dovuto sposare Uberto.

fantasmi a firenze, toc toc firenze

Il cavaliere di Susinana

Nella Badia di Santa Maria Riocesare c’è un fantasma molto famoso, al punto che è stata organizzata una festa in suo onore in occasione della Festa Medioevale di Palazzuolo sul Senio. Stiamo parlando di Maghinardo Pagani, un abilissimo cavaliere del XIII secolo. Definito “demonio” nella Divina Commedia dal nostro caro Dante, pare sia stato sepolto proprio nel monastero di Susinana. La leggenda narra che il suo spettro vaghi nella notte in sella ad un cavallo bianco, indossando una corazza d’oro.

Queste sono solo alcune delle storie sui fantasmi a Firenze. La scorsa estate, infatti, gli acchiappafantasmi italiani dell’associazione National Ghost Uncover sono arrivati nella nostra città sulle orme dello spettro del grandissimo Niccolò Machiavelli.

 

Credits: alicebigalli, matsmize

Partecipa alla discussione!
  • Nata a Fiesole nel '94 studio Marketing e Comunicazione. Mi piacciono i gatti, le scritte sulle panchine ed ho un debole per la colazione degli hotel.

Potrebbe interessarti anche

  • Commenti