Oltre il Palazzo: Il Calcio Storico e l’ipotesi di truffa

Calcio Storico - Toc Toc Firenze

Il Calcio Storico continua ad essere una faccenda delicata per la nuova amministrazione. Ma questa volta la macchia sembra più grande, e destinata a creare sconvolgimenti politici e legali. L’accusa è particolarmente pesante : Truffa aggravata ai danni del Comune.

Truffa al Comune - Toc Toc Firenze

Tale ipotesi è stata avanzata da Francesco Torselli, consigliere comunale di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, che ha riscontrato “una serie di anomalie che configurano l’ipotesi di una truffa aggravata” nella gara con cui “è stato assegnato il servizio di controllo accessi del torneo 2014 del Calcio Storico Fiorentino“. Queste anomalie, dopo averle esposte al Questore di Firenze, sarebbero state confermate dalla Procura dopo la conclusione delle indagini, e riguarderebbero l’offerta della prestazione di manodopera, proposta “ad un costo inferiore rispetto da quanto previsto dal CCNL (il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro)” e svolta con “meno uomini di quanto fossero stati previsti dalle autorità di pubblica sicurezza“. Per di più la fattura presentata sarebbe stata gonfiata, nonostante la scarsa qualità del servizio e le mancate prestazioni del giorno della finale, date dalla sospensione della manifestazione voluta dalla Giunta. Altre irregolarità riguarderebbero i nominativi e le presenze effettive dei lavoratori impiegati nel servizio per il Calcio Storico. Ma le conseguenze non sembrano essere soltanto legali, ma anche politiche. Infatti le responsabilità sembrano cadere sulla vicesindaco Cristina Gianchi, che durante un’interrogazione nel consiglio comunale del 7 Luglio aveva smentito tutte le accuse, garantendo sulla regolarità dell’appalto e sulla ditta appaltatrice.

Truffa al Comune - Toc Toc Firenze

La vicesindaco ha successivamente affermato che ” se emergeranno irregolarità e il Comune ne risulterà danneggiato è nostro dovere che la verità sia ristabilita e l’amministrazione risarcita“, ma Torselli ha già chiesto le dimissioni della Gianchi, credendo che ” sia doveroso interrogarsi se questa possa o meno ricoprire l’attuale incarico istituzionale“. In ogni caso sembra che il sindaco Nardella abbia chiesto degli approfondimenti sulla questione, che macchia l’onore della città e lo stesso Calcio Storico, che ha perso di credibilità dopo gli avvenimenti che hanno portato all’annullamento.

Ti interessa sapere qualcos’altro della politica regionale e locale? Allora continua a leggere Oltre il Palazzo!

Credits: Firenze Today; La Nazione Firenze

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE