Edifici vecchi, spazi nuovi: come Sant’Orsola può dare nuova vita a San Lorenzo

parola chiave, toc toc firenze

La riqualifichiamo questa Sant’Orsola?

In un momento di difficoltà come quello che stiamo passando, tra accordi con la Germania e la Francia del nostro premier Renzi per cambiare direzione alla politica economica europea, servono nuove idee a basso costo che possano produrre un concreto miglioramento nella vita quotidiana.

Gallina vecchia fa buon brodo…o detto meglio “riciclare”

Il riciclo, termine tanto di moda adesso insieme a quello di “sostenibilità“, non si concretizza esclusivamente sui rifiuti ma anche (saranno felici gli architetti) sugli edifici. Ebbene si, utilizzare strutture dismesse (l’Italia ne è piena), ristrutturarle e inserirvi possibilmente attività o economiche o sociali che portino ad un miglioramento sensibile della qualità del luogo in cui sono situate. Gli esempi virtuosi non mancano.

sant'orsola, Toc Toc Firenze

 

 L’Emilia Romagna insegna: la scarsità di soldi si batte con la qualità delle idee

Nella mia breve esperienza fuori dalla amata Firenze ho potuto vedere come Spazio Grisù a Ferrara abbia centrato l’obiettivo: ex caserma dei pompieri è diventata un officina creativa con start-up a cui è stato assegnato gratuitamente uno spazio che le imprese stesse hanno dovuto ristrutturare. Di pari passo si svolgono attività culturali e sociali grazie alle quali il quartiere ha trovato nuova vita.

sant'orsola, toc toc firenze

Bologna: il quartiere della fiera rinato grazie alla passione di 3 ragazzi

Altra realtà, differente ma forse ancora più incredibile per la sua riuscita, è quella di “Senza Filtro” a Bologna, capannone industriale lasciato in comodato d’uso dal Comune all’associazione Planimetrie culturali” in cui vengono svolte attività sociali, da corsi di sport, arte e forme di babysitteraggio, fino a ristorante, bar, concerti e un piccolo ostello a basso costo. Purtroppo questo spazio chiuderà a luglio per i soliti problemi burocratici che tanto piacciono alla nostra Italia.

sant'orsola, toc toc firenze

San Lorenzo, alzati e cammina!

In tutto questo, cosa fa Firenze? Per adesso molto poco, ma gli spazi ci sono eccome! Prendiamo Sant’Orsola, ex convento (pare ci sia seppellito il corpo della Gioconda), in seguito ristrutturato dalla guardia di finanza, ad oggi è completamente abbandonato a se stesso. Le sue potenzialità sono enormi, in termini di metratura ma sopratutto di posizione: al centro del quartiere di San Lorenzo, punto cittadino in crisi di identità e senza spazi comuni per i propri abitanti, lasciato in mano ad orde di turisti e kebab.

sant'Orsola, Toc Toc Firenze

Sant’Orsola come emblema della rivitalizzazione di San Lorenzo

Il comune ha deciso di indire un bando (dopo quello fallito nel 2012) chiarendo come l’utilizzo gratuito della struttura del Sant’Orsola debba rispettare delle funzioni specifiche sociali e culturali che rivitalizzino il quartiere.

L’associazione “Insieme per San Lorenzo” si sta muovendo in modo concreto cercando di sensibilizzare la popolazione del quartiere e quella cittadina sulla tematica, dimostrando di essere mentalmente già avanti su una tipologia di azione fortemente innovativa che dovrebbe essere presa come strumento fondamentale nella politica di riqualificazione urbana fiorentina.

E’ difficile dire se il nuovo bando per il rinnovamento del Sant’Orsola andrà a buon fine, sono certo che però sia un inizio nella speranza che questa nuova modalità diventi una normalità, un indirizzo da seguire sia da parte della politica che da parte dei cittadini stessi, vero motore dello sviluppo urbano.

Scopri tutti i vecchi edifici moderni fiorentini!

Credits: rittardo

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE