Siaf, la rete al servizio degli studenti

siaf, toc toc firenze

Prima si chiamava C-Siaf (Centro Sistema Informatico Ateneo Fiorentino) ora è solo Siaf e ha diversi uffici sparsi tra il centro storico e la periferia.

Per studenti e docenti

Il suo compito è quello di gestire i servizi online dell’Ateneo, per permettere agli studenti di iscriversi agli esami, prenotare un appuntamento con la segreteria studenti, scaricare i bollettini Mav per pagare le tasse, prenotarsi a eventi, test, iniziative, ricercare stage e scegliere corsi di informatica. Come loro anche i docenti stessi e il personale tecnico amministrativo. E poi gli assegnisti, dottorandi e specializzandi. Si occupa inoltre, della didattica dell’Area Biomedica, dei concorsi, bandi e graduatorie e tanto altro.

Non è un caso che nella scelta universitaria, ad incidere siano proprio i servizi che un Ateneo offre. Infatti, parlando nel chiostro della Facoltà di Lettere e Filosofia, con Marika, Giulia e Viola, le tre matricole hanno spiegato che, in effetti, chattando e spipolando su Facebook hanno letto commenti, suggerimenti, si sono finanche iscritte ad alcuni gruppi.

Viola, in particolar modo, ha voluto sottolineare che proprio su Fb aveva letto che ai corsi di Informatica gestiti dallo Siaf, poteva iscriversi anche il suo ragazzo che però frequentava un altro Ateneo.

siaf, toc toc firenze

Pochi semplici clic

Questo per avere un’idea di quanto l’Università di Firenze sia efficiente, aperta alla tecnologia e attiva su internet grazie al Siaf. Viola stessa racconta di aver letto che per essere contattati automaticamente dal sistema all’attivazione di un corso, occorre segnalarne l’interesse. Per farlo è sufficiente visualizzare la home page dei Corsi di Formazione Siaf,  accedere con le proprie credenziali di Ateneo e selezionare la voce ‘Segnala l’interesse’.

Sempre Viola, infatti, dice che rispetto allo scorso anno è stata aggiornata l’offerta formativa relativa all’area del web e dei dispositivi mobile, gestiti dallo Siaf.

Nello specifico sono stati introdotti argomenti inerenti al social media marketing, al design di siti web responsive e allo sviluppo di applicazioni native e di derivazione web. Infatti ci sono ben cinque nuovi corsi: Posizionamento su Motori di Ricerca e Social Media Marketing, corso già esistente in cui è stata aggiunta la parte relativa al social media marketing; Progettare siti web responsive, volto alla realizzazione di siti web fruibili su ogni dispositivo (desktop/mobile).

 

Corsi per tutti i gusti

JQuery, Ajax e JQuery Mobile, corso già esistente in cui è stata aggiunta la parte relativa alla libreria JQuery Mobile come strumento per la realizzazione di applicazioni web cross platform; Sviluppare siti web per dispositivi mobile e Sviluppare applicazioni mobile con strumenti cross-Platform.

siaf, toc toc firenze

C’è da fare una breve digressione sulle prestazioni e la presenza che l’Università degli Studi di Firenze ha sui network sociali. Ben otto account ufficiali: Facebook, Twitter, Youtube, Behance (quest’ultimo un network e una vetrina collettiva che permette agli artisti di mostrare il proprio lavoro e talento), Google Plus, Issuu, Instagram e Linkedin. L’ateneo infatti, favorendo la partecipazione, il confronto e il dialogo, ha permesso anche a studenti e dipendenti esterni di poter accedere ai corsi di Informatica, un plus che poche università offrono.

L’Università e i social media

“In questi spazi e con queste attività – si legge nel sito stesso dell’Università – l’amministrazione intende perseguire finalità istituzionali e di interesse generale. I social media non sostituiscono in nessun modo i compiti svolti dalle Segreterie Studenti e dagli uffici di front office”. Un appunto volto a sottolineare e demarcare da un lato, il fatto stesso di essere al passo con l’era “social” e dall’altro, di aver ben chiaro la sua istituzionalità e funzionalità intrinseca.

 

credits: aula studio, studenti, social media

Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE