Al 19° Vertice Nazionale Antimafia Toc Toc Firenze era presente

antimafia, toc toc firenze

Il 19° Vertice Nazionale Antimafia ve lo raccontiamo noi

Sabato 23 Novembre si è tenuto allo Spedale del Bigallo, a Bagno a Ripoli, il 19°Vertice Nazionale Antimafia, organizzato dalla Fondazione Caponnetto, incentrato su “una visione geopolitica del fenomeno mafioso, l’Italia al centro del Mediterraneo” .

Il Vertice è un appuntamento annuale, voluto in origine dal mai dimenticato Antonino Caponnetto, “Nonno Nino”, come affettuosamente viene chiamato da chi, con le lacrime agli occhi, continua a ricordarlo in questi appuntamenti. Le lacrime di personaggi di spicco dell’antimafia italiana, come il Presidente del Senato Piero Grasso, sempre presente ai vertici della fondazione, commosso nel ricordare le parole che gli dedicò un giorno il caro Nonno Nino:

” Fatti forza ragazzo, vai avanti a testa alta e segui soltanto la voce della tua coscienza.”

E a testa alta andrà avanti la Fondazione Caponnetto, orgogliosa di questi vertici, che non solo solo omaggi a Caponnetto e alle vecchie glorie dell’antimafia (il Vertice di quest’anno era dedicato ad un altro giudice toscano di spicco, Piero Luigi Vigna), ma veri e propri dibattiti sul fenomeno mafioso.

Il vertice è iniziato con la consueta relazione introduttiva di Piero Grasso, che si è concentrato sui temi delle “Riforme a costo zero” che “riavvicinerebbero i cittadini alla politica“. Per il Presidente del Senato queste sono state “occasioni mancante“, riguardanti tre temi fondamentali: La lotta alla corruzione (falso in bilancio, riciclaggio, autoriciclaggio ed evasione fiscale), la norma sul voto di scambio proposta dall’associazione Libera (I primi due temi erano inclusi in un Disegno di Legge proposto da Grasso prima di diventare Presidente del Senato, bloccato in Commissione Giustizia) e la riforma della legge elettorale.

Successivamente, dopo aver descritto la situazione dei paesi nel Mediterraneo,  ha parlato della necessità, per l’Italia, di “uscire dalla deriva etica” e di ritornare protagonista nel panorama del Mediterraneo e di “ricostruzione la democrazia con la cultura della partecipazione“.

antimafia, toc toc firenze

 

Dopo questa relazione vari ospiti hanno preso la parola, tra i quali Mario Giarrusso, Senatore del Movimento 5 Stelle, che si è scagliato contro il Presidente della Commissione Giustizia, Francesco Nitto Palma (Forza Italia),il senatore PD Giuseppe Lumia, che ha invocato “un salto di qualità” delle politiche antimafia, auspicando una vera e propria dichiarazione di guerra alla criminalità organizzata. Immancabile Nonna Betta, moglie di Antonino Caponnetto,  il giudice veneziano Roberto Terzo e il giornalista Claudio Gherardini.

Tra i vari ospiti, non poteva mancare Renato Scalia, ex investigatore nella DIA e nell’Antiterrorismo, ex segretario regionale della Silp- Cgil consigliere della Fondazione Antonino Caponnetto, autore di ” Per una Toscana senza Mafia“, il rapporto sulla presenza della criminalità organizzata.

Noi eravamo al Vertice ed è a quest’ultimo che abbiamo rivolto alcune domande che potrete leggere tra qualche giorno in un prossimo articolo.

 

 

Tags
Top
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE